#Donald Trump è diventato il presidente numero quaranticinque nella storia degli #Stati Uniti d'America. Il successore di Barack Obama ha conquistato a sorpresa la Casa Bianca, sconfiggendo la rivale Hillary Clinton. Il miliardario si è infatti aggiudicato la maggioranza dei Grandi Elettori, 306, contro i 232 della Clinton, pur avendo ottenuto meno preferenze. Ma chi è il nuovo inquilino della Casa Bianca?

Donald Trump: gioventù, carriera da imprenditore e politica

Donald Trump nasce il 14 giugno 1946 nel quartiere Queens di New York City. Figlio di costruttore, Donald è il penultimo di cinque figli. All'età di 13 anni il padre decide di mandarlo alla New York Military Academy.

Pubblicità
Pubblicità

Il motivo? E' troppo indisciplinato. Imparata la dura lezione paterna, Donald si iscrive alla facoltà di economia alla Wharton School della University of Pennsylvania, laureandosi nel 1968. Nel frattempo inizia a lavorare come muratore nell'azienda del padre, la 'Elizabeth Trump & Son', di cui divenne socio dopo la laurea. Donald Trump inizia la sua attività di imprenditore immobiliare in proprio rilanciando il complesso Swifton Village a Cincinnati, Ohio, ricavando 6,75 milioni dalla sua vendita. Trump prova quindi a farsi strada a Manhattan, ristrutturando con successo il Commodore Hotel nel Grand Hyatt nel 1980. Tre anni dopo costruisce la Trump Tower sulla Quinta Strada, completandone la costruzione nel 2001. Ma il desiderio della fama e dell successo lo chiamano a gran voce. Donald si butta così nel mondo dei casinò, andando però in bancarotta.

Pubblicità

L'innata arroganza e i modi troppo eccessivi lo allontanano dal grande business. Fa fallire ben quattro sue compagnie in tutta la sua vita, ma ogni volta riesce a cancellare i debiti e a ricominciare. Il nuovo presidente americano è abituato alle rimonte e non si perde d'animo, tentando anche la via della politica. Nel 2000 prova a essere nominato per il Reform Party, fallendo anche in questo caso. Milita poi nel partito repubblicano, in quello riformista, nel democratico, in quello indipendente, e infine di nuovo nel repubblicano, venendo candidato nel 2015. Il partito vedeva in lui l'uomo in grado di proteggere i ceti medio-bassi di bianchi. Vince la nomination e diventa il candidato per la presidenza degli Stati Uniti, conquistando da oggi la poltrona della Casa Bianca.

Donne, soldi e televisione: i vizi di Trump

Donald Trump ha attirato la simpatia (e i voti) di molti elettori americani per il suo modo di fare eccessivo e per alcuni suoi vizi: le donne e i soldi su tutti. Il neo presidente degli Stati Uniti ha avuto ben tre mogli ed è padre di cinque figli.

Pubblicità

L'ultima moglie, Melania Knauss, ex modella, ha conquistato con il suo fascino il mondo intero. Ma il rapporto di Trump con le donne non è sempre stato positivo, anzi. Il presidente americano è stato accusato di sessismo per la frasi da lui pronunciate nel 2005 ritrovate in un video durante una visita per il programma Access Hollywood. Più di una donna, inoltre, lo ha accusato di molestie sessuali, dai palpeggiamenti fino ai baci. Donald Trump è molto conosciuto anche per il suo enorme patrimonio. Nel marzo del 2013 annunciò al David Letterman Show del marzo 2013 che il suo patrimonio è di 9 miliardi di dollari. Anche in questo ambito le voci sulla sua ricchezza sono molto contrastanti, visto che è stato accusato di non pagare le tasse addirittura per venti anni. Il suo successo viene anche dalla televisione. Donald Trump ha interpretato se stesso in un film di Woody Allen uscito nel 1998. Fino al 2015 ha presentato il reality show televisivo The Apprentice, venendo licenziato per frasi razziste. Questo è Donald Trump, il nuovo presidente degli Stati Uniti. #Elezioni USA