Il nome del 45esimo presidente degli Stati Uniti d'America si conoscerà intorno alla mezzanotte, orario della costa occidentale americana. In Italia saranno le 6 del mattino. Ad ogni modo, ora per ora, i risultati saranno aggiornati in tempo reale e, in base al distacco, si potrà avere una proiezione più o meno veritiera. Ricordiamo che, l'8 novembre,i cittadini voteranno i 'Grandi Elettori', componenti del collegio che poi eleggerà formalmente il nuovo inquilino dela Casa Bianca. Sono in totale 538, espressione dei 50 Stati più il District of Columbia. Per diventare presidente bisogna aggiudicarsi 270 'Grandi Elettori', pari alla metà più uno.

Pubblicità
Pubblicità

All'1 di notte, ora italiana, chiuderanno i seggi l'Indiana, il Kentucky e la Florida mentre all'1.30 toccherà ad Ohio e North Carolina. Un'autentica raffica è prevista per le 2.00 ed in questo caso saranno fondamentali le elezioni in Texas, New Jersey, Pennsylvania, Maryland e Massachusetts. Alle 3.00 sarà il momento di New York ma anche degli Stati centrali del Paese come Arizona, New Mexico e Colorado. Alle 4.00 chiuderanno i seggi in Iowa e Nevada e, a seguire, la maggior parte degli Stati occidentali. Saranno le 23, ora locale, e le 5.00 in Italia quando saranno resi noti gli ultimi risultati, quelli dell'Alaska e, soprattutto, della California. Quest'ultima assegna il maggior numero di Grandi Elettori (55).

La maratona in TV

Lo speciale Mediaset sulle presidenziali statunitensi partirà l'8 novembre alle 23.40 cpm 'Matrix', in onda su Canale 5.

Pubblicità

La trasmissione sarà preceduta da una 'no-stop' di TgCom24 che inizierà alle 21.30. All'1.30 di notte, inoltre, TgCom24 narrerà l'evolversi del voto dopo la chiusura dei primi seggi in simulcast con Canale 5. La Rai invece trasmetterà dalle ore 23.10 il programma "La Casa Bianca", in onda su Rai 3. La lunga notte delle presidenziali statunitensi sarà seguita anche da Sky TG24 in collaborazione con La Stampa. Notizie ed aggiornamenti in tempo reale saranno pertanto disponibili tramite il canale televisivo e la Rete. #Elezioni USA #programmi tv