Si è da poco concluso l'incontro tra seicento sindaci dei comuni colpiti dai terremoti che da agosto si stanno susseguendo nel centro Italia e la #Camera dei Deputati presieduta dall'On. Laura Boldrini

La Terza carica dello Stato ha aperto l'incontro dopo un lungo applauso, esprimendo la propria vicinanza ai sindaci e alle popolazioni colpite dal sisma e mandando ad esse un abbraccio; senza mancare di portare il ringraziamento suo e dell' assemblea al lavoro svolto dalle forze di soccorso, volontariato e protezione civile che in questi mesi si stanno adoperando per aiutare gli sfollati.

La Polemica di Forza Italia

E' facile immaginare come la gravità della situazione possa portare adito a facili strumentalizzazioni, in particolar modo in un periodo di piena campagna elettorale come questa, visto l'avvicinarsi della data del Referendum del 4 dicembre.

Pubblicità
Pubblicità

L'iniziativa dell' Associazione Nazionale dei Comuni Italiani (ANCI) e della presidente appartenente al partito di Sinistra, Ecologia e Libertà infatti è stata deplorata dal capogruppo di #Forza Italia alla Camera, Renato Brunetta. L'ex ministro di matrice Craxiana accusa di come dalla discussione sia stata esclusa l'area dei sindaci e dei deputati di centro destra, politicizzando l'intera manifestazione. E per questo, in segno di protesta, Forza Italia avrebbe partecipato alla manifestazione di questa mattina solo con una rappresentanza tra il pubblico.

Le parole del sindaco di Amatrice

Entrando nel merito dell' incontro tuttavia, sono da segnalare le parole del Sindaco di Amatrice Sergio Pirozzi. Il primo cittadino laziale, che non ha la sua fascia tricolore di competenza, persa anch'essa nel #Terremoto, denuncia il timore di essere abbandonato, salvo poi dichiararsi certo che questo non sarebbe accaduto.

Pubblicità

I sindaci inoltre propongono una No-Tax area, per arrivare al rilancio dell' economia delle zone devastante dagli ultimi eventi sismici.

Intanto nei campi di Soccorso delle zone colpite, la situazione tende a complicarsi anche a causa delle avverse condizioni meteo, come confermato da Fabrizio Curcio, capo della protezione civile.