L’appuntamento, annunciato venerdì da Alessandro Di Battista con un video su Facebook, è per le ore 13.30 di fronte alla Basilica di San Paolo Fuori le Mura, a Roma. Da lì, simpatizzanti e attivisti del #M5S si incammineranno verso la Bocca della Verità per quella che lo stesso Di Battista definisce “una passeggiata, una camminata per la Costituzione”. Nessuna intenzione violenta da #marcia su Roma, insomma, ma la sensazione che il Movimento di Beppe Grillo, con la vittoria del No al referendum costituzionale del 4 dicembre, possa davvero portare a compimento la sua marcia figurata sui palazzi del potere della Capitale. Lo slogan della manifestazione sarà, manco a dirlo, #Io Dico No.

Pubblicità
Pubblicità

Orari, luoghi e tempi della manifestazione M5S

La ‘passeggiata’ di 4 km, che vede la sua adunata alle 13.30 di sabato 26 novembre nel piazzale antistante la Basilica di San Paolo, è solo una parte del cosiddetto Treno Tour con cui i grillini stanno girando tutta Italia sulle rotaie per spiegare ai cittadini le conseguenze nefaste, a loro modo di vedere, della riforma costituzionale targata Renzi-Boschi-Verdini-Napolitano. Per questo motivo decine di migliaia di persone hanno deciso di partecipare a questa simbolica marcia su Roma. L’arrivo, come detto, è previsto alla Bocca della Verità, proprio a due passi da quel colle del Campidoglio su cui campeggia la bandiera pentastellata di Virginia Raggi.

A proposito di bandiere, un po’ a sorpresa il ‘Fidel Castro’ grillino Alessandro Di Battista ha chiesto ai partecipanti di portare, se possibile, un vessillo o un bracciale con il tricolore della bandiera italiana perché “ognuno deve diventare sindaco di se stesso in un certo senso”.

Pubblicità

L’appello del numero 3 del grillismo (dopo lo stesso Grillo e Luigi Di Maio) è ad una partecipazione ‘di massa’ alla camminata romana perché bisogna “continuare a spiegare perché il 4 dicembre voteremo tutti quanti No” e perché “vogliamo difendere la Costituzione da questo scempio” rappresentato dalla riforma renziana.