"Non sono un fanatico dell'austerità". È la risposta di Jean Claude Juncker, presidente della Commissione europea, a una domanda sul bilancio belga, durante un'intervista alla radio belga Rtl. "L'Europa non è responsabile dell'alto debito pubblico belga", ha aggiunto, facendo riferimento anche ai livelli d'indebitamento di Grecia e Italia. "Quindi bisognerà vigilare", ha sottolineato con atteggiamento determinato.

Le dichiarazioni su Trump

Juncker si è soffermato, inoltre, sulle recenti dichiarazioni su Trump, al quale servirebbero due anni per fare il giro del mondo "che non conosce". Esternazioni che hanno suscitato non poche critiche.

Pubblicità
Pubblicità

Juncker ha ribadito di aver conosciuto tutti i presidenti americani da George Bush, evidenziando che "ci hanno messo due anni per scoprire la realtà europea" e che all'inizio hanno pensato solo alla "politica interna". Ora Juncker continua a interrogarsi sulle intenzioni del nuovo presidente statunitense su Alleanza atlatica, politica commerciale e sulla tendenza all'isolazionismo, che "non è nell'interesse degli Usa né dell'Europa" #Austerità #Europa League