#Donald Trump presidente social degli #Stati Uniti. Il nuovo inquilino della Casa Bianca ha inviato il suo messaggio al popolo americano per il Giorno del Ringraziamento tramite un video apparso sul suo profilo #Twitter ufficiale. Il successore di Obama ha letteralmente pregato affinchè, a partire da questo giorno così importante per gli Usa, le divisioni all'interno del Paese possano essere superate in nome dell'unità.

Trump parla agli americani per il Giorno del Ringraziamento

Il nuovo presidente degli Stati Uniti ha lanciato un vero e proprio messaggio di pace a tutto il popolo statunitense per festeggiare il Thanksgiving Day: 'La mia preghiera per questo Thanksgiving è che si possano superare le nostre divisioni e guardare al futuro come una nazione unita, accomunata da obiettivi condivisi e risultati comuni.

Pubblicità
Pubblicità

Abbiamo appena chiuso una campagna elettorale lunga e faticosa e le tensioni sfortunatamente non terminano in una notte. Ma la campagna elettorale è finita, e ora comincia una campagna nazionale per ricostruire il nostro Paese e rispettare la promessa di un'America che funzioni per tutti'. Questi il video e il tweet con cui Trump si è rivolto all'intera America utilizzando il suo profilo social.

Il tweet di Trump: 'L'America tornerà grande di nuovo'

Donald Trump sembra essere un vero amante dei social network. Il vulcanico e controverso neo presidente americano ha twittato di nuovo, poco dopo aver pubblicato il suo video, per festeggiare il Giorno del Ringraziamento con tutto il popolo statunitense.

Pubblicità

Queste i pochi ma chiarissimi caratteri inviati dal miliardario tramite Twitter: 'Buon Thanksgiving Day a tutti. Tutti insieme faremo tornare grande l'America'.

La prima festa del ringraziamento americana con Trump alla presidenza degli Stati Uniti si preannuncia davvero indimenticabile sia per lui che per tutti gli americani, i quali hanno accolto con grande felicità e speranza le parole del loro nuovo leader alla Casa Bianca. Riuscirà a mantenere le sue promesse per fare dell'America un paese forte, nuovo ed unito?