Che cosa succederà al #Governo se non vincerà il ? Ha risposto anche a questa domanda, Matteo Renzi, nella conferenza stampa dei mille giorni, spiegando che se a imporsi fosse il No rimarrebbero il Cnel, il rimborso ai consiglieri regionali, anche "la confusione fra Stato e Regione nei poteri”, e aggiungendo: “Cosa accadrà lo scopriremo solo vivendo, come ovvio che sia, per fare citazioni dotte. Si tratta di una canzone di Lucio Battisti". Battute a parte, Renzi crede che il voto del 4 dicembre possa segnare in maniera inequivocabile "il cambiamento" nel Paese.

‘L'ultimo miglio" della campagna elettorale

Renzi ha ribadito ancora una volta che "Questo Governo è nato per fare le riforme”, annunciando che nel caso di una bocciatura, da parte degli italiani, scatterebbe la verifica della "situazione politica".

Pubblicità
Pubblicità

Ma il premier, in questo momento, preferisce pensare soprattutto "alla voglia di cambiamento" dei cittadini e giudica fondamentale "l'ultimo miglio" di una campagna elettorale che si prevede tirata fino all'ultimo secondo. #Matteo Renzi #referendum costituzionale