Referendum costituzionale, Sì o no? Chi è in vantaggio a due settimane, o poco più, dal voto del 4 dicembre? Il settimanale 'Oggi' ha pubblicato i risultati di un sondaggio realizzato dall'Istituto Demopolis. Il primo dato che emerge da questa 'fotografia' scattata all'Italia, alla vigilia di questo importante responso politico, è quella di un Paese non troppo interessato da questo evento elettorale: infatti, circa un quarto degli elettori non ha ancora deciso se e come votale il prossimo 4 dicembre con quattro cittadini su dieci che, tendenzialmente, sono più votati all'astensionismo.

Ultime news referendum, giovedì 17 novembre 2016: SI o NO? Chi è in vantaggio?

Un'Italia che si presenta, comunque, spaccata in due, con il fronte del NO che, attualmente, appare in leggero vantaggio.

Pubblicità
Pubblicità

Un aspetto interessante è quello relativo al fatto che oltre un terzo dei potenziali elettori ha dichiarato di aver sentito parlare del referendum in modo marginale, mentre addirittura il quindici per cento ha ammesso di non conoscere nulla in merito alla questione referendaria.

A due settimane dal voto, si stima un affluenza alle urne di poco superiore al cinquanta per cento (al 56%) anche se, ricordiamolo, il #referendum costituzionale non richiederà il raggiungimento di un quorum di votanti: allo stato attuale delle cose, il fronte del NO dovrebbe riuscire ad accaparrarsi il 39 per cento dei voti, mentre il SI si fermerebbe al 36 per cento. E' chiaro che la bilancia si presenta in estremo equilibrio e l'impressione è che le prossime due settimane che ci separano dal voto saranno, a dir poco, infuocate.

Pubblicità

Referendum costituzionale 4 dicembre: quanto sarà determinante la figura di Matteo Renzi?

I 'cosiddetti' indecisi reciteranno, dunque, un ruolo determinante e l'impressione è che, alla fine, sull'esito del referendum costituzionale del 4 dicembre possa pesare in maniera inequivocabile, nel bene e nel male, la figura del Presidente del Consiglio, Matteo Renzi, facendo sì che la consultazione popolare assuma sempre più i connotati di una sfida elettorale. #Governo #Matteo Renzi