Quando mancano ormai poco più di due settimane al referendum del 4 dicembre che, in un verso o nell'altro, cambierà la storia del Paese, è opportuno dare alcune brevi ma utili informazioni, per non arrivare impreparati al voto.

Quando si vota

Domenica 4 dicembre si voterà per il referendum sulla riforma costituzionale. Le urne saranno aperte dalle ore 7 fino alle 23. Potranno votare tutti i cittadini italiani che, alla data della consultazione, avranno compiuto la maggiore età e che saranno in possesso della tessera elettorale e di un documento d'identità in corso di validità. Lo scrutinio inizierà subito dopo la chiusura delle urne.

Pubblicità
Pubblicità

I cittadini che vivono, lavorano o studiano in una città diversa da quella di residenza, possono votare al referendum del 4 dicembre nella città di domicilio, esclusivamente se iscritti come rappresentanti di lista ai seggi. È possibile effettuare la richiesta mediante l’apposito modulo online. Invece chi ha deciso di votare nel proprio comune di residenza, potrà usufruire delle agevolazioni di Trenitalia e Alitalia.

Lo sconto di Trenitalia

Nel mese di ottobre è stato comunicato che tutti gli elettori che decideranno di tornare nel proprio comune di residenza mediante i treni Trenitalia, potranno usufruire di uno sconto del 70% sulla Tariffa Base del biglietto di andata e ritorno. Il viaggio di andata non può essere effettuato prima del 25 novembre 2016, e quello di ritorno non oltre il 14 dicembre 2016.

Pubblicità

Inoltre si ricorda che, per il viaggio di ritorno, è necessario esibire al personale di Trenitalia la timbratura della tessera elettorale che attesti l’avvenuta votazione.

Il quesito

Sulla scheda troverete il seguente quesito: "Approvate il testo della legge costituzionale concernente 'disposizioni per il superamento del bicameralismo paritario, la riduzione del numero dei parlamentari, il contenimento dei costi di funzionamento delle istituzioni, la soppressione del Cnel (Consiglio dell’economia e del lavoro) e la revisione del Titolo V (rapporti Stato-Regioni) della parte II della Costituzione', approvato dal Parlamento e pubblicato in Gazzetta Ufficiale n. 88 del 15 aprile 2016?".

Come si vota

Al termine del quesito ci sono due caselle: una con il "Sì" e l'altra con il "No". È necessario barrare il "Sì"se si è favorevoli alla riforma costituzionale, oppure il "NO" se si è contrari. Essendo un referendum confermativo, non è previsto un quorum affinché il referendum sia valido. Vince la scelta indicata dalla maggioranza dei votanti. #Costituzione italiana #Matteo Renzi #referendum costituzionale