Dopo il nostro precedente articolo centrato sulle ultime novità riguardanti il referendum costituzionale torniamo ad effettuare una nuova panoramica di ampio respiro grazie all'ultima indagine condotta dall'Istituto Ixé per la trasmissione televisiva Agorà. Oggi ci occuperemo di approfondire le principali stime di ripartizione delle intenzioni di voto per quanto riguarda le #Elezioni politiche, qualora si andasse a votare in questo momento. La seconda parte dell'articolo sarà invece dedicata al tema della fiducia nei confronti dei leader politici, mentre nella parte finale torneremo sulla consultazione popolare di inizio dicembre. Ma prima di entrare nel merito dei dettagli vi ricordiamo però quali sono i principi metodologici adottati.

Pubblicità
Pubblicità

L'indagine è stata compiuta attraverso l'esame di 1000 interviste condotte con il metodo CATI - CAMI, mentre il campione di riferimento è stato scelto affinché risultasse rappresentativo della popolazione italiana per sesso, età, luogo di residenza e lavoro. Infine, per quanto concerne il possibile margine di errore nei dati, questo è stimato attorno al ± 3,1%. Fatte queste premesse, passiamo subito ad analizzare quali sono stati i risultati raccolti.

Le intenzioni di voto per le elezioni politiche

Partiamo dalle intenzioni di voto per le elezioni politiche. È stato chiesto ai partecipanti di esprimere a quale partito si sarebbe assegnato il proprio voto quaora le elezioni politiche fossero avvenute nella giornata di oggi. Il 33,4% ha risposto con il Partito democratico, Mentre Sinistra Italiana e Sel sono al 3,7%.

Pubblicità

Scelta civica ottiene lo 0,3%, per un totale dei partiti di centro sinistra al 37,4%. Troviamo poi Forza Italia al 9,5%, NCD all'1,4%, UDC all'1%, Fratelli d'Italia e AN al 3,2%, Lega Nord al 13,4%, mentre le altre formazioni di centro destra ottengono il 29,2%. Il Movimento 5 Stelle si posiziona invece al 29,1%. Infine, l'indagine termina con le rilevazioni riguardanti rifondazione comunista allo 0,6%, i Verdi allo 0,9% e le altre formazioni rimanenti che si fermano complessivamente al 2,8%.

La fiducia nel Governo Renzi e negli altri partiti

Passiamo quindi alla seconda parte dell'indagine condotta dai ricercatori. Per quanto concerne la fiducia nel Governo Renzi, il 4% del campione rappresentativo ne esprime molta, il 26% abbastanza (molta più abbastanza si situa al 30%). Ne esprime poca il 38%, mentre nessuna il 32%. La fiducia nei leader vede complessivamente Mattarella al 53%, Renzi al 32%, Meloni al 22%, Grillo al 21%, Di Maio al 18%, Salvini al 17%, Parisi al 13%, Berlusconi al 13%, andini al 14%, Alfano al 10% e Zanetti al 10%.

Pubblicità

Le ultime novità sul referendum costituzionale

Sullo sfondo la questione della consultazione popolare di inizio dicembre resta comunque al centro dell'attenzione e rappresenta probabilmente l'argomento più discusso al momento. Tornando proprio sul prossimo referendum, si recherà a votare il 58% delle persone interrogate nel sondaggio, contro il 30% che afferma di non volerlo fare, mentre l'11% non sa rispondere. Le intenzioni di voto danno il no avanti al 39% contro il sì al 28%, mentre non sa rispondere cosa voterà il 23%. I dati al momento appaiono lontani dal mostrare un verdetto definitivo, pertanto la situazione resta incerta.

E voi, cosa pensate delle ultime novità che vi abbiamo riportato in merito ai sondaggi elettorali? Fateci conoscere la vostra opinione aggiungendo un nuovo commento nel sito, mentre per ricevere le prossime notizie di aggiornamento sulla situazione politica vi ricordiamo di usare la comoda funzione "segui" che trovate in alto, vicino al titolo dell'articolo. #Sondaggi politici #referendum costituzionale