Il nuovo presidente degli Stati Uniti è Donald Trump. Un uomo che tanto fa e ha fatto discutere sarà il futuro leader americano. Molte persone, cittadini americani e non, si stanno domandando, in questi giorni, se sarà all'altezza del ruolo che gli è stato affidato.

Due giorni fa l'incontro con il presidente uscente #Barack Obama lo ha reso molto soddisfatto a suo dire e le due coppie presidenziali hanno passato insieme circa un'ora e mezza riguardo alla quale lo stesso Obama si è poi espresso: "E' stata un'eccellente conversazione, sono stati trattati temi importanti". Ma la cosa che più di tutte viene ora discussa riguarda il fatto che una parte dell'America si senta inquieta dopo questa vittoria.

Pubblicità
Pubblicità

Non si può sapere a oggi se questo nuovo presidente sarà o no in grado di portare avanti il lavoro svolto negli ultimi anni dal presidente uscente Barack Obama.

Il KKK in piazza per il nuovo presidente

Sono in molti infatti a contestare la scelta della maggioranza in queste elezioni presidenziali, ma tra tutti vi è anche chi invece si muove per dare il suo appoggio e contributo. Non ci sarebbe nulla di male se non fosse che a muoversi sono organizzazioni razziste come il #Ku Klux Klan ed è proprio un ex leader del movimento, David Duke, ad affermare su Twitter: "La nostra gente ha svolto un ruolo enorme".

A sottolineare la gravità di queste vicende è il sito del quotidiano la Repubblica, il quale ci fa anche notare che immediatamente dopo l'elezione di Trump sono apparse sui social network foto e messaggi di denuncia contro violenze a sfondo razziale.

Pubblicità

Resta comunque il fatto che l'organizzazione ha detto scenderà in piazza il 3 dicembre con una Parata per la vittoria in North Carolina, ma rimane alquanto evasiva riguardo la città esatta in cui si svolgerà l'evento.

Buoni propositi e apparente forte determinazione

E' apparso decisamente soddisfatto il nuovo leader americano dell'incontro avuto con il presidente uscente Obama. Le sue esatte parole sono state: "Sono impaziente di fare altri incontri con Obama, non ci eravamo mai incontrati, lo rispetto tantissimo. Abbiamo affrontato temi difficili, ma abbiamo anche parlato degli importanti risultati raggiunti durante la sua amministrazione. E' stato un grande onore"

Subito dopo l'incontro ha poi elencato gli obiettivi che vorrebbe raggiungere da subito. Tra questi la riforma che interesserà tasse e sanità. #Donald Trump