Ieri, 8 novembre 2016, si sono tenute le elezioni presidenziali: l’America ha dovuto scegliere tra l’ex first lady Hillary Clinton e l’ex segretario di Stato Donald Trump (oltre ad altri candidati minori). Chi è il successore di Barack Obama nonché quarantacinquesimo presidente degli #Stati Uniti d’America?

I programmi di Donald Trump e Hillary Clinton a confronto

Gli americani si sono recati alle urne per eleggere il quarantacinquesimo Presidente degli Stati Uniti d’America sulla base dei programmi presentati rispettivamente dai due contendenti Hillary Clinton e Donald Trump. Questi ultimi presentavano profonde differenze l’uno dall’altro.

Pubblicità
Pubblicità

Dal punto di vista dei diritti civili, infatti, mentre Trump ha più volte espresso la volontà di proporre un giudice alla Corte Suprema al fine di lottare contro l’aborto, Hillary ha affermato di essere determinata a garantire alle donne la libertà di scelta in tale materia proponendo un giudice che assicurasse questo diritto. Relativamente all’immigrazione, mentre Trump ha dichiarato di voler sostenere le leggi che escludessero il lavoro per chi non fosse in regola con i visti, Hillary ha sostenuto di voler promuovere nei primi giorni della sua presidenza una riforma diretta a mettere in regola chiunque si trovasse negli Stati Uniti garantendogli anche un lavoro

Come si elegge il presidente degli Stati Uniti

Il sistema elettorale americano è indiretto: il Presidente non è eletto dai cittadini, ma da un’assemblea composta da 538 Grandi Elettori (i quali sono scelti dai cittadini stessi che si sono recati alle urne).

Pubblicità

Vince le elezioni presidenziali il candidato che riesce ad ottenere la maggioranza assoluta dei voti (cioè 270). Precisamente, i Grandi elettori (in numero diverso per ogni Stato) eleggeranno formalmente il Prendidente il primo lunedì successivo al secondo mercoledì del mese di dicembre (che quest'anno cade il 19)

Le ultime ore tra attacchi e scorrettezze

Eric, uno dei figli di Trump, ha compiuto un grave errore proprio durante le ore delle elezioni che vedevano protagonista il padre: ha infatti pubblicato su Twitter la foto della sua scheda elettorale (immediatamente rimossa) violando la legge dello Stato di New York. Inoltre, a poche ore dalla chiusura delle prime urne, è arrivato un attacco di Trump, il quale ha iniziato a sostenere che il voto fosse truccato e che ci fossero malfunzionamenti delle urne elettroniche tali da trasformare i voti repubblicani in voti democratici. A Los Angeles, infine, in seguito ad una sparatoria sono morte due persone ed è stato ucciso l'aggressore

Il risultato delle elezioni: 

A causa del fuso orario, la chiusura dei seggi è avvenuta in orari differenti nei vari Stati.

Pubblicità

Gli esiti definitivi sono stati resi noti oggi, 9 novembre 2016, intorno alle 8 e qualche minuto (ora italiana). I risultati hanno decretato che Donald Trump è il nuovo Presidente degli Stati Uniti d’America. L'ex segretario di Stato ha infatti raggiunto questo traguardo con una vittoria schiacciante al contrario di quanto si sosteneva negli scorsi giorni. Il direttore della campagna di Hillary Clinton ha già dichiarato che per il momento la candidata democratica non ha intenzione di rilasciare dichiarazioni #Elezioni USA