"Ho registrato con attenzione e rispetto le opinioni dei vari partiti" ha esposto il Presidente della repubblica, Sergio #Mattarella. Nelle prossime ore, valuterà e prenderà le iniziative. Nella conferenza stampa, Mattarella, ha proseguito dicendo che "il nostro Paese ha bisogno in tempi brevi di un Governo nella pienezza delle sue funzioni”. Mettendo in ballo che c’è bisogno di un’armonizzazione delle due leggi per l’elezione di Camera e Senato”. Concludendo che in primo piano c’è il sostegno ai terremotati.

Partito democratico - A chiudere le #consultazioni al Quirinale è stato il Pd che si è messo a tutta disposizione del Presidente della Repubblica come ha detto la delegazione Pd: “A Mattarella tutto il sostegno alla soluzione della crisi che riterrà più opportuna per portarci ad un Governo che affronti le emergenze del nostro Paese”.

Pubblicità
Pubblicità

Non sono stati fatti nomi sui possibili candidati premier. In campo rimane il nome di Paolo Gentiloni, con a seguire quello di Graziano Delrio e di Padoan.

Alfano con il Renzi Bis. Il leader del Ncd Angelino Alfano interviene affermando che "Noi non saremmo contrari a un reincarico del presidente Matteo Renzi".. Il leader vuole andare oltre la legge elettorale sottolineando «Noi abbiamo già pronto un disegno di legge con un impianto proporzionale, con premio di maggioranza». E aggiungendo :” Serve una chiusura rapida della crisi e il nostro gruppo è disponibile a non attendere”

#berlusconi: Forza Italia non sosterrà un governo di larghe intese. Il leader di Forza Italia spiega :”Abbiamo illustrato a Mattarella quella che ci sembra l’unica strada possibile”. Che per Berlusconi è l’approvazione in tempi stretti di una nuova legge elettorale.

Pubblicità

Aggiungendo, che toccherà al Pd esprimere e sostenere un Governo dato che Fi “non è disponibile a sostenere un governo di larga coalizione” continua Berlusconi.

Leader 5 stelle, Grillo - La delegazione del Movimento 5 stelle chiede un "percorso istituzionale più rapido per andare al voto con la legge elettorale che sarà certificata dalla Corte costituzionale".