La manifestazione "Equilibri, tutti siamo diversi", giunta quest'anno alla sua terza edizione, ha avuto luogo ad Avola, grazie alla sensibilità e alla disponibilità manifestate dal primo cittadino Luca Cannata. Il fatto è una notizia, non solo per il valore del messaggio testimoniato dall'iniziativa - tutti siamo uguali, a prescindere dalle diverse abilità - ma anche perché quest'anno la manifestazione non si è svolta a Noto. Sulla popolare pagina facebook "Tutto su Noto" viene riportata la dichiarazione dell'assessore alla Cultura, Sabina Pangallo, secondo cui la ragione per cui gli organizzatori avrebbero spostato la manifestazione su Avola sarebbe legata ad una comunicazione giunta nei primi giorni di novembre secondo cui la scelta dipendeva da motivi di ordine burocratico posti dagli uffici.

Pubblicità
Pubblicità

Nello stesso post, l'organizzatore dell'evento, Giovanni Parentignoti, chiarisce di non voler fare alcuna polemica, ma che non gli sia stato reso possibile organizzare l'evento a Noto perché l'Amministrazione comunale ha comunicato la disponibilità del teatro appena quindici giorni prima della data dell'evento.

Polemica sui social network

Ad innescare la polemica, in realtà, ci pensano i cittadini. Paolino Iacono, infatti, fa notare come Giovanni Parentignoti fosse indicato come assessore alla Cultura dal candidato Sindaco Salvo Veneziano in occasione delle recenti amministrative e che peraltro sia a credito di diverse migliaia di euro da parte dell'Amministrazione Bonfanti per spettacoli organizzati in passato, cosa che viene confermata dallo stesso Parentignoti. Nell'ambito della discussione sui social, interviene anche Daniele Forte, porgendo i propri complimenti all'Amministrazione comunale di Avola e criticando l'operato di quella di Noto.

Pubblicità

Dubbi sulla gestione delle disponibilità del teatro

Il dubbio, a questo punto, rimane. Come pensava, infatti, l'Amministrazione netina di sostenere "Equilibri" comunicando la disponibilità del teatro appena quindici giorni prima dell'evento? Recentemente, ci ha sorpreso che anche un'altra iniziativa organizzata in occasione della giornata contro la violenza sulle donne, con la presenza di Concita Gallo, quest'ultima invece indicata assessore alla Cultura dal candidato Sindaco Figura, non fosse stata organizzata in uno dei prestigiosi contenitori pubblici nella disponibilità dell'Amministrazione comunale, bensì all'interno della scuola. #Pubblica Amministrazione