Al centro dello scandalo c'è il nuovo Ministro dell'Istruzione, Valeria Fedeli, per una #laurea inesistente inserita nel curriculum del suo sito personale.

Sul web è ormai partita una vera e propria campagna di indignazione. Tra chi crea eventi o immagini satiriche a chi chiede le immediate #dimissioni del Ministro.

Tra le meme più simpatiche troviamo i paragoni con Renzo Bossi, il "trota", in merito allo scandalo che travolse anche lui sul titolo di studio proveniente dall'Albania.

L'evento che invece ha riscosso più successo è la "Festa di Laurea di #Valeria Fedeli", che conta già più di 10.000 partecipanti.

Ma se da un lato gli utenti dei social si stanno divertendo a pubblicare e condividere immagini satiriche, dall'altra, si chiedono all'unisono le dimissioni del Ministro, a cominciare dal giornalista e scrittore Magdi Cristiano Allam, che sulla sua pagina pubblica scrive:

"Come potremmo fidarci di un ministro che falsifica le proprie generalità e che ha giurato fedeltà alla Costituzione nel momento in cui violava la legge?

"Mobilitiamoci affinché sia costretta a rassegnare le dimissioni."

Sulla rete sono nate anche diverse petizioni, una sul sito "Firmiamo.it" che nel testo recita:

"Non possiamo tollerare che il Ministro della Pubblica Istruzione menta sul suo titolo di studio, se lo facessimo allora giustificheremmo anche chi se li compra i titoli di studio, chi li regala in cambio di favori e chi se li tramanda all'interno della famiglia.

Pubblicità
Pubblicità

Si giustificherebbe la fine cerebrale del nostro amato paese. E' per questo che il Ministro Valeria Fedeli DEVE dimettersi. Non arrendiamoci e lottiamo uniti contro una casta politica che ormai non si cura neppure più di apparire onesta."

Un'altra sul sito Citizengo, dove come motivazione centrale leggiamo: "Appare chiaro che la nomina di Valeria Fedeli a capo del Ministero dell'Istruzione non è una scelta adeguata e non risponde a nessuna delle numerose esigenze richieste oggi dal miglioramento dell'istruzione pubblica di cui l'Italia ha assolutamente bisogno."

Sono nate anche diverse pagine Facebook proprio per chiedere le dimissioni del Ministro, come "Dimissioni di Valeria Fedeli". E' da sottolineare che in diversi paesi, per un fatto di tale gravità, le dimissioni del Ministro sarebbero state immediate.

Pubblicità

Una domanda tutti dovrebbero porsi: "E' lecito che una persona coperta da uno scandalo di questo tipo possa ricoprire l'incarico più alto relativo all'istruzione dell'intero Paese?".