Sergio Mattarella, terminata la tornata delle consultazioni, ha affidato il compito di formare il nuovo esecutivo a #Paolo Gentiloni, attuale Ministro degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale. Sarà lui,quindi, il nuovo traghettatore che ristabilirà l'equilibrio dopo il terremoto referendario, costata la poltrona a Matteo Renzi.

Chi è Paolo Gentiloni ?

Il nuovo Presidente del Consiglio nasce a Roma 62 anni fa, laureato in Scienze Politiche e giornalista professionista, discende dalla famiglia nobile dei Gentiloni Silveri e legato da vincoli parentali con Vincenzo Ottorino Gentiloni, colui a inizio '900 segnò l'ingresso dei cattolici nella vita #politica italiana.

Pubblicità
Pubblicità

La storia politica del neo Premier è quella di un uomo che si è formato a sinistra e che di sinistra è rimasto, dagli inizi con la sinistra extra parlamentare all'avvicinamento ai movimenti ambientalisti.

Gli anni '90 e la politica che conta

Negli anni novanta cominciano gli incarichi di rilievo che saranno decisivi per la sua formazione e la sua ascesa politica. Viene prima designato portavoce di Francesco Rutelli diventato Sindaco di Roma e successivamente nominato assessore al Turismo e al Giubileo della Capitale, considerato il più grande successo dell'era Rutelli.

Si aprono le porte di Montecitorio nel 2001, quando viene eletto deputato nelle liste di Democrazia e Libertà-La Margherita, ma l'exploit avviene con la rielezione alle politiche del 2006, dove sarà chiamato a ricoprire l'incarico di Ministro delle Comunicazione, nel #Governo Prodi II.

Pubblicità

Nella XVI legislatura sarà nuovamente confermato tra i banchi del Parlamento, il 5 dicembre 2012 annuncia la sua candidatura alle primarie del centro sinistra per il candidato a Sindaco del Comune di Roma, che sanciranno poi la vittoria di Ignazio Marino.

Nel 2013 viene eletto nuovamente deputato e, in seguito, all'elezione di Federica Mogherini come Alto Rappresentante dell'Unione per gli affari Esteri e la Politica di Sicurezza, verrà chiamato da Matteo Renzi a ricoprire l'incarico di Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.