Le riflessioni di Renzi sono state raccontate e riportate poi in tv da Massimo Gramellini durante il programma “Le parole della settimana”. Più che di un'intervista all'ex premier, spiega Gramellini, si è trattato di uno scambio al telefono, "un flusso di pensieri". Renzi per l'ennesima volta fa il mea culpa e ammette che la riforma della #Scuola è stato il suo più grande errore, perché non è riuscita come avrebbe voluto. Ma Renzi non ha affatto intenzione di finire nell'oblio. Ripartirà... promette.

Il web farà strada al ritorno di Renzi?

Renzi parla di 'rimettersi in cammino', per riprendersi una rivincita. Riflette su quali sono stati i punti carenti della sua attività da leader politico e afferma che le sue intenzioni sono di tornare 'cittadino tra i cittadini, senza stipendio né vitalizio', per poi ricandidarsi alla segreteria del Pd e sfidare e vincere D’Alema, o chi per lui.

Pubblicità
Pubblicità

Renzi ha intenzione di girare l’Italia fino alle elezioni politiche e allargare la squadra. I giovani sono stati il suo punto debole, secondo lui, perché il PD è assente dal web. Per questo motivo è da lì che riparte: dedicherà le sue energie a ricostruire una comunità digitale, con l'intenzione di attirare i giovani dalla sua parte. Ma cosa ne pensa la gente di un possibile ritorno di Renzi?

Lui è convinto di avere dalla sua parte un terzo degli italiani. Di certo il risultato del referendum è stato più un voto politico che altro, il che significa che molti hanno votato no solo per vedergli mantenere la promessa di abbandonare la sedia. Ma c'è stato chi ha votato sì, e l'ex Presidente del Consiglio conta proprio su questo appoggio e su quelli nuovi che arriveranno grazie alla sua campagna elettorale e alla sua presenza sul web.

Pubblicità

Di certo non tiene conto che il web è capace di dare, ma anche di togliere. Soprattutto quando i nemici sono in tanti. E mentre aspettiamo di vedere chi sarà il nuovo ministro dell'Istruzione e di conoscere i programmi per la scuola degli altri partiti nei dettagli, restiamo anche a guardare i movimenti di un Renzi che si è impiccato con le sue mani, ma che intende risorgere nuovamente.

Resta aggiornato sul mondo della scuola, cliccando il tasto Segui. #Matteo Renzi