Mentre lo scandalo attorno all’arresto del consigliere Raffaele Marra, braccio destro del sindaco Virginia Raggi, scuote Roma, a #Milano la situazione non è più tranquilla. Il sindaco della città, Beppe Sala, si è dimesso dopo essere stato registrato come indagato dalla Procura di Milano. Prima di arrivare alla guida del Comune, Sala era già famoso per il successo dell’organizzazione e lo svolgimento dell’Expo di Milano 2015. L’evento ha accolto milioni di persone da tutto il mondo e ha aiutato alla città a ripartire come metropoli europea. Il turismo ne ha beneficiato anche durante il 2016.

L’indagine su Sala saranno prolungate altri sei mesi perché è sospetto di affari “non sanctas” nell’opera principale dell’Expo della piattaforma rivestita all’ingresso principale.

Pubblicità
Pubblicità

Sembrerebbe che la struttura inizialmente doveva costare 272 milioni di euro. L’impresa incaricata della costruzione fece uno sconto del 41 per cento, che ora sembra sospettoso agli ingegneri, tecnici e la giustizia italiana. Sala si è auto-sospeso finché la vicenda verrà chiarita. #Expo 2015