Mancano poche ore all’arrivo del nuovo anno, dunque a breve entreranno in vigore tutte le novità della #Legge di Bilancio 2017. La manovra finanziaria prenderà il posto della Legge di Stabilità, portando cambiamenti importanti in tema di pensioni, famiglia, imprese, istruzione. Il governo dimissionario guidato da Renzi, dopo l’approvazione alla Camera dei Deputati, ha ottenuto la fiducia del Senato sul testo della Legge di Bilancio con 173 voti favorevoli e 108 contrari.

Cosa cambia con la Legge di Bilancio 2017

Gli ambiti toccati dalla Legge di Bilancio 2017 sono veramente tanti. Tra le novità più importanti quelle sulla famiglia e l’istruzione: per agevolare i nuclei familiari nel nuovo anno verrà istituito un fondo di sostegno alla natalità per favorire quanti faranno un figlio o lo adotteranno dal 1 gennaio 2017, più un premio di nascita o all’adozione di minore dell’importo di 800 euro, corrisposto dall’INPS; tra gli altri incentivi, un buono di 1000 euro per iscrivere all’asilo nido i bambini con gravi patologie croniche, iniziative per favorire la distribuzione gratuita di prodotti alimentari da parte di enti pubblici e privati, l’incremento di 150 milioni del Fondo per la lotta alla povertà e all’esclusione sociale; per le scuole è stato istituito un fondo per l’incremento dell’organico docente, con l’aggiunta di ulteriori contributi per aiutare alunni con disabilità e proseguire il ripristino di alcuni edifici scolastici, con il programma “scuole belle”; anche le università riceveranno sostegni per investire nella ricerca e ridurre le tasse universitarie.

Pubblicità
Pubblicità

Per quanto riguarda il lavoro e la previdenza, ci saranno sgravi contributivi per nuove assunzioni con contratti a tempo indeterminato, verranno stanziati 15 milioni di euro per la riduzione dei contributi a favore dei datori di lavoro e rimarranno in vigore i voucher asili nido o baby-sitting e il congedo obbligatorio per il padre lavoratore dipendente; già sulla bocca di tutti è l’APE, l’anticipo finanziario a garanzia pensionistica, che consiste in un prestito concesso dal soggetto finanziatore, corrisposto in mensilità ai soggetti in possesso di particolari requisiti e da restituire in rate mensili per vent’anni, quando si matura la pensione di vecchiaia; per lavoratori precoci e usuranti sono previste agevolazioni per l’accesso al pensionamento anticipato; è stato istituito un fondo per il pubblico impiego al fine di aumentare le assunzioni, con particolari rimaneggiamenti nei concorsi delle forze di polizia e dei vigili del fuoco.

Pubblicità

Aumento iva rinviato al 2018

Infrastrutture e crescita saranno al centro di diversi rimaneggiamenti: presso il MEF è stato istituito il Fondo per il finanziamento di investimenti, che andrà ad interessare trasporti e sicurezza stradale, infrastrutture, difesa del suolo, edilizia pubblica, attività industriali, prevenzione del rischio sismico, informatizzazione dell’amministrazione giudiziaria, eliminazione delle barriere architettoniche, riqualificazione urbana; le misure in favore della crescita partiranno dall’IRI, imposta sul reddito d’impresa per gli imprenditori individuali, Snc e Sas, e dall’ACE, aiuto alla crescita economica, che diminuisce l’aliquota usata per il calcolo del rendimento nozionale del nuovo capitale proprio; l’aumento dell’IVA e della relativa aliquota sono rinviati almeno al 2018, mentre sono confermati i piani di agevolazione per tutte le imprese che vorranno investire in Italia e per le start-up innovative; prorogate la rivalutazione di quote e terreni, la rivalutazione dei beni d’impresa e delle partecipazioni, la detrazione del 50% per spese di acquisto di mobili; nella lotta all’evasione fiscale si inseriranno la tracciabilità dei prodotti sottoposti ad accisa e l’obbligo di pagamento tracciabile per i corrispettivi legati ad appalti.

Pubblicità

Per consultare nel dettaglio la Legge di Bilancio e informarsi sulle novità non ricordate in questo articolo, è reperibile online il testo integrale approvato dal Parlamento. #Legge di Stabilità