Dal Referendum Costituzionale a quello per il maglione di lady Renzi. Il popolo social si è diviso sul indumento indossato da #agnese landini in occasione della conferenza stampa del dimissionario premier a Palazzo Chigi. C'è chi ha accusato l'insegnante di aver indossato lo stesso capo per l'intera giornata evidenziando lo scarso gusto della moglie di #Matteo Renzi. In molti hanno accusato Agnese Landini di avere uno stile da casalinga. Non sono mancate invettive e pesanti offese nei confronti della first lady. Successivamente è stato precisato che il contestato maglione è un capo griffato Ermanno Scervino dal costo di 730 euro. Particolare che ha finito per infiammare nuovamente il web con nuove critiche nei confronti della quarantenne fiorentina.

Pubblicità
Pubblicità

"Polemiche figlie del populismo"

Nella circostanza lady Renzi è stata contestata per aver speso una cifra rilevante per un maglione e che nessuna insegnante può permettersi di spendere tanto per un capo del genere. Sulla questione si è espressa anche la blogger #Selvaggia Lucarelli. La giornalista del Fatto Quotidiano ha spiegato che la polemica sul maglione di Agnese Landini è lo specchio dell'attuale società. La quarantaduenne di Civitavecchia ha riferito che le critiche nei confronti della moglie del dimissionario premier sono figlie del populismo, del sessismo e dell'idiozia social. Selvaggia Lucarelli ha riferito che Agnese Landini è una donna da ammirare per il modo discreto con il quale ha vissuto l'esperienza da premier del marito.

'Ha affrontato con stile i paragoni con la Boschi'

La giornalista ha evidenziato che la quarantenne ha continuato a svolgere con umiltà il suo ruolo di insegnante senza chiedere trasferimenti o altri incarichi.

Pubblicità

La blogger ha apprezzato anche lo stile con il quale Agnese Landini ha affrontato le allusioni sul rapporto tra Renzi e Maria Elena Boschi ed i costanti paragoni con la forme del Ministro per le riforme costituzionali. La quarantaduenne ha spiegato che l'insegnante fiorentina non ha ceduto alla tentazioni delle riviste patinate e di stilisti pronti ad offrire capi firmati. Selvaggia Lucarelli ha chiuso sottolineando che Agnese Landini ha molto più garbo e dignità di chi ha sputato veleno gratuito in questi giorni per un maglioncino bianco.