Se lo sono chiesti in molti, negli ultimi tempi. Chi è il sindaco più amato d'Italia? La risposta la fornisce un sondaggio condotto da Ipr Marketing e commissionato dal Sole 24 Ore. L'indagine si è concentrata, appunto, sul favore degli amministratori locali da parte dei cittadini. Ebbene, al primo posto di tale chart c'è Chiara Appendino, sindaca grillina di #torino. In penultima posizione invece Virginia Raggi, sindaca di #Roma, davanti a Maria Rita Rossa, che amministra Alessandria. Quest'ultimo Comune, però, è in crisi finanziaria da circa un lustro.

In terza posizione l'ex grillino Pizzarotti

Con il 62% dei consensi, Chiara Appendino è la sindaca più amata dagli italiani.

Pubblicità
Pubblicità

Dal giorno dell'elezione ad oggi, il gradimento del primo cittadino di Torino, da parte dei cittadini, è aumentato. La seconda posizione è occupata dal sindaco di Firenze Dario Nardella (61% dei consensi). Al terzo posto, invece, l'ex grillino Federico Pizzarotti, primo cittadino di Parma. Quest'ultimo ha deciso di abbandonare il M5S dopo discussioni e attacchi al vetriolo sferrati e ricevuti dai vertici del MoVimento. A quanto pare, l'uscita dal M5S non ha minimamente scalfito il gradimento di Pizzarotti da parte dei cittadini di Parma. Grande risalita del primo cittadino di Napoli Luigi De Magistris, che oggi condivide la quarta posizione con il sindaco di Latina, Damiano Colletta. Clemente Mastella, amministratore di Benevento da qualche mese, si trova in decima posizione. Beppe Sala, primo cittadino di Milano, deve accontentarsi invece della trentesima posizione.

Pubblicità

Virginia Raggi: crollo dei consensi, romani insoddisfatti

E' indubbio che quello che balza maggiormente all'occhio, scrutando la classifica dei sindaci più amati d'Italia, è il crollo vertiginoso della sindaca Raggi, che ha perso oltre il 23% dei consensi. Il 44% dei romani è scontento. La Raggi e la Appendino appartengono allo stesso partito ma hanno 'ereditato' città diverse da amministrare. Roma è una metropoli indubbiamente problematica e difficile da amministrare. La neo sindaca di Roma si è trovata ad affrontare innumerevoli problemi, come quelli relativi alla pulizia, alla sicurezza e alla manutenzione delle strade. La Appendino, invece, ha ricevuto un Comune amministrato correttamente, quindi non molto problematico.