Donald Trump, accompagnato dalla moglie Melania, fa il suo ingresso al Lincoln Memorial sulle note di Heart of Stone. Iniziano così le celebrazioni che precedono il loro insediamento alla Casa Bianca, a seguito di una breve visita al cimitero storico di Arlington per rendere omaggio ai caduti di tutte le guerre.

La manifestazione di consenso e ammirazione con applausi e grida entusiastiche, accompagnata dai cori "Trump! Trump!" e "#USA! USA!" del pubblico, pone qualche dubbio sul fatto che Trump sia il presidente meno popolare degli Stati Uniti d'America.

Il neopresidente ha fatto il suo ingresso salutando tutti col pollice alzato alternando il segno della vittoria.

Pubblicità
Pubblicità

Alle spalle, in cima alla gradinata, la maestosa figura del più amato dei padri della patria, Abramo Lincoln. I cori del pubblico hanno ricordato gli animati comizi della campagna elettorale.

La coppia Trump-Melania ha salutato il pubblico e ha preso posto nel palco d'onore, in prima fila. Trump, sorridente, si è accomodato di fianco alla figlia Ivanka e al genero Jared Kushner. Sui volti della famiglia Trump al completo (figli, generi, nuore e nipoti) un misto di grande soddisfazione e di incredulità dovute alla presenza inaspettata di tanta gente.

Quando Trump ha preso la parola ha affermato di voler applicare un cambiamento radicale e sostanziale unendo il Paese e facendo di nuovo grande l'America senza lasciare indietro nessuno.

Sembrerebbe, dunque, che il presidente sia amato da tutti se non fosse per la prima grande manifestazione anti-Trump che, contemporaneamente, si è svolta nei pressi di Central Park, davanti alla Columbus Circle, una delle Trump Tower di Manhattan.

Pubblicità

Sono previste altre proteste che, secondo le previsioni, porteranno oltre un milione di persone, provenienti anche da città europee come Londra e Berlino, a scendere in piazza.

Intanto, alla protesta di New York si sono presentate anche stelle del mondo dello spettacolo, come il regista Michael Moore e l'immancabile Robert De Niro che, sin dal principio, rema contro Trump. Persino il sindaco di New York, Bill de Blasio (secondo molti uno degli sfidanti di Trump fra quattro anni) è sceso in piazza per prendere parte alla protesta. #Governo #Donald Trump