Silvio Berlusconi ha rilasciato un'intervista molto interessante a La Repubblica, nel corso della quale ha parlato diffusamente dell'inopportunità di andare al voto il prossimo giugno e si è soffermato anche riguardo alle alleanze del centrodestra, ridimensionando in tal senso le ambizioni da leader da parte di Matteo Salvini.

Silvio Berlusconi e l'alleanza con Matteo Salvini

In tal senso Berlusconi non nega che vi sia una alleanza elettorale tra Forza Italia e la Lega Nord, ma sottolinea anche che in ogni caso il leader non sarà Matteo Salvini. Queste le parole dell'ex presidente del consiglio: "In privato Matteo mi abbraccia, dice che ho ragione io.

Pubblicità
Pubblicità

Poi in pubblico fa un po' lo sbruffoncello ma ormai lo conosco. Lo sa che non può essere il candidato premier". Berlusconi sottolinea che tra lui e il leader del Carroccio vi sia una concordanza al 95%, anche se ammette che l'unico punto su cui la loro visione non collima riguarda l'uscita dall'euro, in quanto, a detta del leader di Forza Italia, sarebbe solo un tentativo "velleitario".

Ed in effetti l'ex premier accarezza l'ipotesi non tanto remota di candidarsi alle elezioni politiche per la settima volta. In questo senso è in attesa della decisione da parte dei giudici di Strasburgo: "Aspetto una sentenza che mi restituisca il diritto di presentarmi al giudizio degli elettori, rimediando a una grave ingiustizia che ritengo di aver subito".

Berlusconi a proposito di possibile voto anticipato, boccia decisamente questa ipotesi in quanto per l'ex premier portare il Paese alle urne in queste condizioni sarebbe da irresponsabili.

Pubblicità

In sintesi per il leader di Forza Italia votare nelle attuali condizioni non avrebbe senso in mancanza di una legge elettorale che funzioni.

Per Berlusconi si potrebbe votare a inizio estate solo nel caso in cui si raggiungesse un grande accordo sui meccanismi elettorali, ma non sembra che vi siano margini in questo senso. Entrando poi nel merito della legge elettorale, per il leader di Forza Italia è necessario un sistema completamente proporzionale. #Silvio Berlusconi