La storia del Liceo Artistico e Musicale “#Foiso Fois” è una storia che bene rappresenta la condizione dell’arte e della ricerca artistica contemporanea Italiana.

Lo scenario è pero quello isolano, altrove mai si metterebbe in discussione la formazione ed il diritto allo studio delle arti.

#cagliari un Liceo Artistico pubblico non l’ha mai avuto se non a partire dal 1967-68, questo perché un’Accademia di Belle Arti a Cagliari non c’è mai stata e la Riforma Gentile nel 1923 prevedeva la nascita dei Licei Artistici dove ci fosse una storica Accademia di Belle Arti.

Da quando è nato il Liceo “Foiso Fois” non ha mai avuto una sua sede fissa, puntualmente vive la condizione di Liceo nomade e migrante, di anno in anno, quest’anno il giorno prima dell’inizio dell’anno scolastico con un batter di ciglia è stato trasferito alla periferia di Monserrato.

Pubblicità
Pubblicità

Da settembre di quest’anno dopo una serie di assemblee aperte per genitori, studenti, docenti e media di massa, si è cominciato a lavorare per sensibilizzare la comunità Cagliaritana sulla grave anomalia del diritto allo studio ed all’Istruzione artistica Cagliaritana.

Non esiste altro Liceo Artistico Italiano che possa vantare tra gli 850 ed i 900 iscritti l’anno, a fronte di una densità media di popolazione bassa, che non abbia una sede fissa.

A Settembre studenti, docenti e genitori dopo una marcia ed un sit in al palazzo della Regione sono stati ricevuti con una delegazione dalla Commissione Cultura della Regione Sardegna.

A Novembre una delegazione di docenti del Liceo è stata ricevuta a Roma dal Ministero dei Beni Culturali e Artistici per ragionare sui possibili vincoli di pertinenza didattica e storici tra spazi e ricerca didattica ed artistica che leghino il “Foiso Fois” alla città di Cagliari.

Pubblicità

A Novembre Schultz il presidente del Parlamento europeo informato sull’anomalia dell’istruzione artistica e musicale a Cagliari manifestando solidarietà e sostegno alla causa faceva presente che nel nome del patto di sussistenza tra paesi la commissione cultura del Parlamento Europeo fosse impossibilitata ad intervenire sulla questione.

Insomma il problema dell’istruzione artistica a Cagliari nasce, cresce e muore a Cagliari.

Nel nome di questo il 10 Febbraio gli studenti del Liceo Artistico e Musicale, con il sostegno dei loro docenti, sono scesi nuovamente in piazza e hanno fatto rotta verso il Comune di Cagliari, dove assente il sindaco, per motivi istituzionali, sono stati ricevuti dal Segretario del sindaco, ricevendo la promessa che il Sindaco contatterà direttamente la Dirigenza per studiare una progetto ed una definizione strutturale per garantire il diritto allo studio ed alla formazione artistica a Cagliari in un sito che sia facilmente raggiungibile da tutto l’hinterland Cagliaritano, attualmente il 70 per cento degli studenti del “Foiso Fois” è costituito da pendolari e che ciò avviene perché si tratta dell’unico Liceo Artistico e Musicale del sud dell’isola con studenti che si muovono dal centro dell’isola per definire e realizzare il proprio percorso di studio e di formazione.

Pubblicità

#Massimo Zedda