Oggi abbiamo il piacere di intervistare in esclusiva il presidente #giuseppe prete, leader del movimento politico 'Movimento Gente Onesta'. In questo confronto abbiamo voluto commentare alcuni episodi della #politica recente e soprattutto farci raccontare qualcosa sulle sue idee e obiettivi da raggiungere.

Presidente Prete, è un piacere averla qui con noi. Per prima cosa ci spieghi quando è nato 'Movimento Gente Onesta'..

Il 'Movimento Gente Onesta' comincia le sue battaglie nel gennaio del 2013. Ci siamo affacciati sulla scena politica a piccoli passi, per poi svilupparci su tutto il territorio nazionale e all'estero (Francia, Romania, Bulgaria, Albania e Argentina in particolare).

Pubblicità
Pubblicità

Quali sono gli obiettivi principali che si è prefissato di raggiungere con il suo movimento politico?

Politica sociale, istruzione, giustizia, sanità, immigrazione, lavoro, giovani e cultura sono gli argomenti di spicco ampiamente seguito dal nostro movimento, per catturare l'attenzione dei nostri connazionali che vivono un disagio enorme nei confronti delle istituzioni. Non nasciamo come un movimento di protesta, ma di soluzione. Non siamo qui solo per denunciare e intercettare problemi italiani, ho voluto MGO come soluzione ai problemi.

Dialogo e confronto con Giuseppe Prete

Come commenta lo scenario politico italiano post-Renzi?

Renzi è rimasto confinato nella retorica e il suo voler cambiare la politica italiana si è poi rivelato solo apparente. Non si è mai occupato dei reali problemi che toccano da vicino il cittadino, ha parlato di riforme ma si è rivelato un vero bluff.

Pubblicità

Tutti i partiti continuano a parlare di riforme ma solo pochi entrano nel merito. Nessuno andava nella direzione della semplificazione del lavoro, dell'ordine istituzionale, della giustizia sociale, della sicurezza dei nostri cittadini: nessuno di loro ha reso e continua a dare certezze al futuro di questo Paese. Siamo in balia di un personaggio (mi riferisco a Renzi) che continua a tenere congestionata la comunicazione, come lo è per tutti gli altri (compresi quelli del '5 STELLE' che mostrano una comunicazione urlata, variegata ed inconcludente).

Berlusconi e 'FORZA ITALIA' secondo diversi esperti in materia si ritrovano politicamente parlando nel momento più in declino della propria storia: qual è il suo parere a riguardo?

Berlusconi ha fatto la storia, ha avuto un progetto alternativo imprenditoriale per il Paese, ma non lo ha saputo realizzare. Perché? Le due più grosse responsabilità che addebito a Berlusconi sono: l'assenza di morale (rendendosi soggetto ricattabile) e la scelta dei suoi collaboratori (che sono risultati i peggiori politici della Repubblica italiana).

Pubblicità

Noi non abbiamo più degli autentici statisti come lo era 40 anni fa, oggi abbiamo semplicemente incompetenti e ignoranti voluti e desiderati dal nuovo corso della politica che ha trasformato i partiti in azienda dove il potere si era spostato sui padroni. E i 'padroni' amano sempre circondarsi di inutili personaggi che non abbiano le capacità di superare il 'Gran Maestro'.

Quali sono i risultati che vorrebbe raggiungere nel breve e lungo periodo?

'MOVIMENTO GENTE ONESTA' vorrebbe il sostegno di quei giovani e meno giovani che credono fermamente in un cambiamento portato dal basso e al contrario di ciò che sta avvenendo possa distinguersi alla base attraverso programmi che premiano la politica condotta dal popolo a favore della cittadinanza. Propone di rivedere le riforme istituzionali più importanti partendo dalla centralità del cittadino per ricercare quel sistema elettorale che possa esprimere al meglio un vero sistema democratico... MGO propone di rivedere il tema del conflitto d'interessi, quello sui temi della giustizia, del Mezzogiorno, della sicurezza delle persone ecc... Ma per farlo ha bisogno di credere nel dialogo con i cittadini poiché l'operazione necessita di quello scambio dialettico senza il quale ogni sforzo rimane isolato. #Salvini