Una nuova ondata di protesta contro la presidenza Trump si intravede all'orizzonte, questa volta la repressione trumpiana punta sui diritti dei giovani studenti transgender americani.Questo mercoledì l'amministrazione Trump ha revocato le linee-guida per le scuole emanate da Obama nel maggio 2016. Il documento dell'amministrazione Obama orienta le scuole superiori sulla questione dell'utilizzo dei bagni da parte degli studenti transgender e punta a regolare la scelta dello studente in base alla sua sensibilità sessuale e non alla sua sessualità biologica. Inoltre le linee-guida ammoniscono i gerenti delle scuole che in nessun caso saranno tollerate azioni discriminanti, le cui conseguenze porterebbero al blocco dei fondi federali per le scuole colpevoli di tali atti.

Pubblicità
Pubblicità

Con Obama una grande vittoria per i diritti LGBT

Il documento di maggio era nato dalla necessità a fare fronte a molte situazioni discriminanti, denigratorie e segreganti che stavano avvenendo nelle scuole americane nei confronti di giovani studenti transgender. Obama aveva ricevuto molteplici richieste da vari distretti su come risolvere la questione. Infatti, molte scuole obbligavano gli studenti transgender all'utilizzo di bagni differenti rispetto a quelli dei compagni, spesso bagni isolati e di servizio.

La scelta dell'amministrazione Obama ha significato un passo in avanti molto importante nella lotta per i diritti LGBT, ed è stato accolto con favore dalle associazioni e dai famigliari che lottano per tali diritti.

La disputa contro le linee-guida

Sono stati 13 gli stati americani, guidati dal Texas, a dichiarare guerra al documento, affermando che tali decisioni spettano agli stati e non sono di competenza federale.

Pubblicità

L'amministrazione Trump ha giustificato la bozza di documento che annullerebbe le linee-guida Obama con la necessità di fare chiarezza su alcune ambiguità in esse contenute che avrebbero creato già diverse dispute, per cui il ritiro è stato necessario per approfondire le questioni legali coinvolte. Inoltre il portavoce della Casa Bianca, Sean Spicer, ha spiegato che era necessario che il documento fosse redatto adesso per venire in soccorso al caso della Corte Suprema GG versus Cloucester County School Board. Il caso vede coinvolto un giovane studente trasgender, G.Grimm, a cui veniva negato il diritto all'utilizzo dei bagni maschili.

Infatti, la bozza del documento presentata questo mercoledì prevede l'annullamento di una lettera del Dipartimento di Educazione in supporto a Grimm, condizionando, quindi, l'esito del processo. La risposta delle varie associazioni coinvolte nella lotta per diritti LGBT non si è fatta mancare e hanno dichiarato di essere pronte a scendere in strada a manifestare il loro dissenso e disappunto.

Pubblicità

Questa ennesima provocazione aumenterà l'acume tra i cittadini americani, tra quelli legati ai valori tradizionali e quelli con pensieri progressisti, aumentando le divergenze e il senso di emarginazione delle parti coinvolte. #transgenders #Donald Trump #USA