#Donald Trump finisce ancora una volta nell'occhio del ciclone per le sue dichiarazioni a dir poco spericolate. A farne le spese questa volta la tranquilla #Svezia, chiamata in causa venerdì scorso per un #attentato in realtà mai avvenuto. Quella di dare notizie inventate di sana pianta sembra un vero e proprio sport nazionale per l'amministrazione Trump. Questo infatti è il secondo caso in pochi giorni, dopo la falsa notizia del massacro di Bowling Green.

Trump e il fantomatico attentato in Svezia

Nel corso di un comizio avvenuto venerdì scorso a Melbourne in Florida,Trump ha fatto riferimento a ad un attentato terroristico in Svezia. In realtà mai avvenuto.

Pubblicità
Pubblicità

Stava parlando di uno dei temi a lui più cari, l'immigrazione, correlandola ai recenti attentati in Europa. Poi lo scivolone. “Guardate cosa è successo in Svezia. Nessuno poteva immaginarlo. Stanno avendo problemi che non avrebbero mai pensato di avere”. Peccato che in Svezia non era avvenuto proprio alcun attentato. Alcuni pensano abbia confuso la città di Sehwan in Pakistan, dove proprio quel giorno 85 persone sono morte in un attacco suicida, con un più inglese "Sweden". Naturalmente Trump è subito corso ai ripari, affermando che la sua dichiarazione faceva riferimento a una storia trasmessa da Fox News sugli immigrati e la Svezia. Amy Horovitz, autore del documentario, di cui Fox ha preso degli spezzoni, ha dichiarato che c'è stato un aumento della violenza con armi da fuoco e delle violenze sessuali in Svezia, da quando è stata adottata la politica delle porte aperte ai rifugiati.

Pubblicità

Le reazioni all’uscita di Trump sulla Svezia

Stoccolma ha chiesto spiegazioni sulle dichiarazioni del tycoon. L’ex premier svedese Carl Bildt si chiede: “Cosa si è fumato Trump”. Non va meglio sui social. Per l’occasione gli internauti hanno coniato gli hashtag #JeSuisIkea e #PrayForABBA, condividendo immagini ironiche di «gambe dappertutto» (che in realtà sono quelle di una sedia Ikea montata male), clienti del colosso del mobile persi fra libretti di istruzioni e pezzi smontabili, con il commento «scene del disastro», solo per citare alcuni esempi.

Per essere aggiornato in tempo reale sulle notizie dell’ultim’ora, clicca su "Segui".