Una burrasca si abbatte sul Movimento 5 Stelle di #genova, #GRILLO decide di ritirare il simbolo a Marika Cassimatis, candidata grillina eletta con le Comunarie tenutesi il 14 Marzo, alle quali hanno partecipato gli iscritti. Come di consuetudine e in linea con il Movimento, Grillo si affida al suo blog per diffondere la notizia, si capisce dunque che il motivo principale della decisione sia stato il comportamento (presumibilmente) dannoso di alcuni componenti della lista che sembra abbiano condiviso sui social notizie ed informazioni postate dai fuoriusciti del Movimento.

Il post pubblicato sul blog

Un estratto dell'articolo apparso sul blog dice che alcuni candidati "hanno ripetutamente e continuativamente danneggiato l’immagine del Movimento 5 Stelle, dileggiando, attaccando e denigrando i portavoce e altri iscritti, condividendo pubblicamente i contenuti e la linea dei fuoriusciti dal Movimento 5 Stelle", anche se gli accadimenti, o presunti tali, non sono stati chiariti e diffusi lasciando quindi la possibilità di dubitare di quanto detto.

Pubblicità
Pubblicità

Malcontento grillino

Ancora una volta viene meno il principio di libertà politica personale, che ogni partito dovrebbe garantire per la pluralità dell'azione politica e delle idee. Il malcontento all'interno delle fila del Movimento è sempre più ampio e si rischia un vero e proprio "black out" politico. La lista del Movimento 5 Stelle, in queste condizioni rischia di saltare, abbandonando le amministrative della città capoluogo del Movimento e di Grillo. Si legge sulla pagina Facebook della "ex" candidata sindaco (salvo ripensamenti da parte dei big del Movimento) del M5S, decine di commenti contro la scelta del "leader" del Movimento ed in sostegno della professoressa che ribadisce di essere stata "Democraticamente eletta". Nell'articolo pubblicato Grillo continua: 'Non possiamo permetterci di candidare persone su cui non siamo sicuri al 100%. Vi garantisco che non accadrà, né a questa tornata delle comunali, né alle politiche', lasciando forse intendere che c'è ancora uno spiraglio di luce per lo sconfitto Pirondino.

Pubblicità

#Elezioni