Sean Spicer, portavoce della Casa Bianca, ha ripreso delle affermazioni del commentatore Andrew Napolitano, secondo cui l'intelligence ha informato l'emittente Fox News che #Obama per controllare Trump si è affidato al Gchq, il dipartimento di sicurezza inglese e non si sia rivolto all'Fbi, Nsa o alla Cia. Gli inglesi respingono le accuse e definiscono i sospetti "ridicoli" e devono essere ignorati. Dunque, non è finita, ma anzi continua in maniera incessante la guerra verbale tra presidente ed ex-presidente #USA.

Le accuse della Casa Bianca

Il presidente degli Stati Uniti Donald Trump accusa gli 007 britannici di averlo spiato, per volere di Barack Obama.

Pubblicità
Pubblicità

Da Londra è arrivata subito la risposta, da parte di un portavoce della Gchq: "assurdità e sospetti totalmente ridicoli che devono essere ignorati". Non è la prima volta che la Casa Bianca accusa di spionaggio l'ex presidente USA. Ad alimentari i sospetti, ci pensa la prima pagina del Daily Telegraph, preceduta dalle dichiarazioni dell'ex giudice Andrew Napolitano, commentatore di Fox. Tesi condivisa dal portavoce della Casa Bianca Sean Spicer, che ha ripreso le affermazioni di Napolitano, in cui Obama avrebbe utilizzato il Gchq per spiare Trump.

L'inizio di tutto

La lite è partita il giorno 4 marzo dove, con una serie di tweet, #Donald Trump aveva accusato Obama di aver messo i telefoni sotto controllo prima delle elezioni, esclamando: "Questo è maccartismo!". Il portavoce dell'ex presidente, Kevin Lewis, ha smentito tutto ciò affermando che l'amministrazione Obama non ha mai interferito con le indagini del Dipartimento alla Giustizia.

Pubblicità

Pertanto, la Casa Bianca ha fatto "orecchie da mercante" ed, anzi, ha alimentato i sospetti accusando anche gli 007 inglesi, che hanno smentito la cosa. Il liberaldemocratico britannico Tim Farron è andato duro contro Trump, accusandolo di compromettere le relazioni tra Stati Uniti e Regno Unito. Il portavoce della premier Theresa May ha rassicurato tutti dicendo che le accuse rivolte dagli USA non si ripeteranno.