Sono 128 i comuni siciliani chiamati al voto alle #Elezioni Amministrative 2017 si terranno in primavera a data da destinarsi (in ogni caso tra fine maggio e inizio giugno). In Sicilia si andrà alle urne per il rinnovo dei sindaci e dei consigli comunali in 15 comuni con popolazione legale superiore alla soglia dei 15.000 abitanti e per i quali il sistema elettorale applicato è il maggioritario a doppio turno. Due i capoluoghi di provincia siciliani chiamati alle urne: Palermo e Trapani.

Pubblicità

Elezioni Comunali, 128 comuni al voto in Sicilia

In provincia di #Agrigento chiamati alle urne i comuni di Cattolica Eraclea, Sciacca, Montallegro, Lampedusa e Linosa, Aragona, Casteltermini, Bivona, Campobello di Licata, Comitini, Villafranca Sicula e Santa Margherita Belice.

Pubblicità

Tra i sindaci uscenti hanno annunciato la loro ricandidatura: Salvatore Parello di Aragona, Giovanni Picone di Campobello di Licata, Giusi Nicolini di Lampedusa e Linosa, Franco Valenti di Santa Margherita Belice. Altri hanno deciso di non ricandidarsi e altri ancora ci stanno riflettendo e due non si possono candidare in quanto già al secondo mandato: Giovanni Panepinto di Bivona e Nuccio Sapia di Casteltermini.

A Cattolica Eraclea sono tre i candidati a sindaco

A Cattolica Eraclea la situazione sembra definita con tre candidati a sindaco: Antonino Fanara del Movimento 5 stelle, Santo Borsellino del Partito democratico e Giuseppe Giuffrida della lista civica "Cattolica Eraclea nel Cuore". “La candidatura di Borsellino – si legge nel comunicato del Pd pubblicato su cattolicaeracleaonline.it – esprime una continuità nel programma di governance del paese sulla via del risanamento dei conti pubblici e dell’onestà e dell’avvio di importanti e concreti progetti per la salvaguardia del territorio”. "Amo la politica, amo il mio paese, ritengo che la funzione di sindaco - ha scritto in una nota il candidato sindaco Giuseppe Giuffrida - sia tra le cose più belle ed esaltanti per chi ha la passione della politica nel sangue.

Pubblicità

In caso di elezione – ha aggiunto – mi dedicherò giorno per giorno, dalle sette a mezzanotte, all’attività di sindaco, con anima e corpo". Nessuna comunicazione ufficiale, ancora, da parte del Movimento 5 stelle cattolicese e del candidato sindaco pentastellato. #Politica Palermo