La scena ripresa dalle telecamere che stavano immortalando la cerimonia del 60° anniversario dei Trattati di Roma, lo scorso 25 marzo in Campidoglio, è stata divertente e, in un certo senso, storica. Il presidente del Consiglio del #Lussemburgo, #Xavier Bettel, ha fatto le presentazioni ufficiali di suo marito, l’architetto belga Gauthier Destenay, al nostro presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al premier Paolo Gentiloni. Bettel, in carica dal dicembre 2013, detiene il record di essere il primo capo del governo di un paese membro dell’Unione Europea ad aver sposato una persona del suo stesso sesso. Prima di lui, anche il capo del governo islandese, Jòhanna Sigurdardòttir, si era sposata con una donna nel 2010, ma l’Islanda non ha mai fatto parte dell’Ue (candidatura avanzata nel 2009 e poi ritirata nel 2013).

Pubblicità
Pubblicità

Il video con Mattarella

La scena riportata nel video qui sotto è divertente e in parte surreale. Il giovane premier lussemburghese Bettel viene presentato ufficialmente al presidente della Repubblica Mattarella, in piedi accanto a Gentiloni, durante la bilndatissima ricorrenza dei Trattati di Roma. Dopo una veloce stretta di mano ed un sorridente e rapido scambio di battute, Xavier Bettel, guardando il capo dello Stato, di note origini siciliane, dice semplicemente “mio marito” per introdurre ai presenti l’altrettanto giovane ed elegante Gauthier Destenay. Mattarella sembra per un attimo rimanere interdetto, anche se non fa mancare la sua calorosa risposta. Gentiloni, invece, è più a suo agio.

43 anni, di origini miste lussemburghesi, francesi, polacche e russe, Bettel, che ha mantenuto il cognome della madre Aniela, può vantare come parente illustre il nonno materno, il compositore Sergej Rachmaninov.

Pubblicità

Il primo outing di Bettel risale al 2008. La storia d’amore con Destenay, invece, è iniziata nel 2010, il fidanzamento ufficiale risale al 2014, mentre il matrimonio, come detto, è del 2015, non appena il Lussemburgo ha approvato la legge sui matrimoni omosessuali. Il successore di Jean Claude Juncker, passato alla presidenza della Commissione Europea, può vantare anche un altro record: essere stato il più giovane parlamentare lussemburghese, eletto nel 1999 all’età di 26 anni. #matrimonio omosessuale