Elizabeth Alexandra Mary o più comunemente Elisabetta II è la #regina del Regno Unito di Gran Bretagna e dell'Irlanda del Nord, sulla sua testa poggia una delle corone più importanti della storia. La Regina Elisabetta con i suoi oltre 65 anni di regno (il più lungo della storia inglese) sembra essere rimasta l'unico punto di riferimento in una Inghilterra sempre più divisa e frammentata. Il suo popolo, che la ha seguita e accompagnata per tutti i 90 anni della sua vita, si è detto molto preoccupato su ciò che potrà succedere dopo la sua morte, timore di cui non si preoccupa il governo britannico che ormai da tempo ha programmato un piano ben delineato per il dopo Elisabetta e che ci viene svelato dal giornale "The Guardian".

Pubblicità
Pubblicità

La prima persona che verrà a conoscenza dell'accaduto (il più tardi possibile si spera) sarà il primo ministro Inglese Sir Christopher Geidt segretario privato della Regina, il quale assistito dal ministro degli Esteri Inglese riferirà la notizia ai governi di tutti i paesi esteri. televisioni e giornali verranno avvisati successivamente e ogni giornalista televisivo dovrà vestirsi di nero in segno di lutto. Sulle testate dei principali giornali Inglesi si parlerà dell'accaduto per 11 giorni consecutivi, con storie, aneddoti e segreti mai svelati prima.

12 giorni di Lutto

Il periodo di lutto che durerà 12 giorni consecutivi porterà alla proclamazione di Carlo come nuovo Re d'Inghilterra, il quale sarà chiamato a tenere un discorso ufficiale per la morte della madre e allo stesso tempo a tenere il suo primo discorso da Capo dello Stato.

Pubblicità

Ci sarà un ritorno al passato con l'inno inglese che tornerà ad essere intitolato "God save the King", una ristampa di tutte le monete utilizzate all'interno del Regno Unito e per finire William diventerà principe del Galles mentre sua moglie Kate prenderà il posto che prima era di Lady Diana come principessa del Galles. Prima della sepoltura il corpo della Regina verrà esposto per la durata complessiva di 12 giorni nella Cattedrale di Westminster in modo tale che ciascun fedele e cittadino possa andare a dare l'ultimo saluto alla monarca più longeva nella storia del regno Unito.