La corsa alla segreteria del Partito Democratico è iniziata. In lizza ci sono 3 candidati: #Matteo Renzi, Andrea Orlando e Michele Emiliano. Gli ultimi sondaggi danno in testa l’ex Premier, che tra l’altro è il segretario dimissionario. Lo mozione congressuale è ‘Avanti, insieme’. Ad insidiarlo ci sono l’attuale ministro della Giustizia, che viene appoggiato da gran parte della sinistra del partito, ovvero gli scissionisti, e il governatore della Puglia, che si propone come alternativa interna al #Pd.

Pubblicità

Lo slogan elettorale del primo è ‘Unire l’Italia, unire il PD’, mentre quello del secondo è ‘L’Italia è il nostro partito’. La corsa terminerà con le Primarie e la successiva proclamazione del nuovo segretario. A questo punto non ci resta che scoprire il calendario degli appuntamenti che porteranno alla nomina.

Pubblicità

Congresso del PD, ultimo atto le Primarie

Il regolamento, con le procedure d’elezione di segretario e assemblea nazionale del Partito Democratico è stato approvato lo scorso mese di febbraio. Da quel momento è iniziata la campagna elettorale dei 3 candidati. Si attendono le convenzioni provinciali e nazionali, rispettivamente convocate per il 5 e 9 aprile 2017, in programma solo dopo la conclusione delle riunioni di circolo. Seguiranno le Primarie il giorno 30 aprile 2017. Si potrà votare dalle ore 8.00 alle ore 20.00.

Per poter esprimere la propria preferenza, bisognerà riconoscersi nella proposta politica del partito, nonché sostenerlo alle prossime elezioni. Inoltre, sarà necessario registrarsi all’albo.

Pubblicità

Per poter votare servirà mostrare un documento d’identità e la tessera elettorale, versando 2 € come contributo. Coloro che sono già tesserati non hanno bisogno di devolvere niente. La scheda che verrà consegnata, riporterà i nomi dei candidati e per esprimere la scelta basterà tracciare un segno.

Il 7 maggio 2017 avverrà la proclamazione, ma ovviamente si conosceranno un po’ prima i risultati. I pronostici sono a favore di Matteo Renzi, che vanta oltre il 50% delle preferenze dei cittadini elettori del PD. Alle sue spalle c’è Andrea Orlando, mentre sembra aver poche chance di vittoria Michele Emiliano. Staremo a vedere se verranno confermati i sondaggi di queste settimane. Nell’attesa di scoprirlo, vi invitiamo a seguirci per ricevere aggiornamenti sull’argomento.