Si svolgerà questa mattina alla Camera ed è stato organizzato dal deputato di Mdp #adriano zaccagnini (ex movimento 5 stelle) un incontro riguardante quello che sembrerebbe esser diventato un vero e proprio caso politico ovvero le vaccinazioni. L’incontro è stato intitolato “L’altra verità” e a prenderne le distanze è stato proprio il gruppo politico dello stesso Zaccagnini. Pesantissime critiche sono arrivate anche dal Pd e dal Ministro della Sanità. Il Capogruppo di Mdp, Francesco Laforgia ha sottolineato che l’iniziativa organizzata da Zaccagnini è personale e non rispecchia la posizione del partito: “Non c’è da scherzare, noi siamo a favore delle vaccinazioni e riconosciamo la loro importanza”.

Pubblicità
Pubblicità

Matteo Renzi contro Mdp, Burioni:'è un insulto al Parlamento'

L’iniziativa anti-vaccini, secondo quanto pubblicato sul social Network Facebook da Burioni, è “un vero e proprio insulto al Parlamento ed una vergogna”. Dopo la pesante affermazione, ha rilasciato importanti dichiarazioni il ministro Lorenzin che ha spiegato: “Ancora una volta coloro che si proclamano come paladini dell’anti scienza, hanno tentato un vero e proprio blitz presso le sedi istituzionali. Il loro obiettivo è dare visibilità a tesi che sono praticamente basate sul nulla e non su teorie ma su dicerie scientifiche contestate ovviamente sia dall’intera comunità sia dagli istituti internazionali. Non solo la medicina e le sue ramificazioni fanno discutere la #politica dell’inaspettata iniziativa presa da Zaccagnini: dopo la richiesta del convegno, molti esponenti del Pd hanno preteso chiarezza domandando se sia questa la definitiva posizione ufficiale del Mdp o se l’abrogazione del Decreto Legge Migranti si stia allargando su altri vertici.

Pubblicità

Non è mancata ovviamente l’opinione di #Matteo Renzi che già nei giorni scorsi aveva discusso ed approfondito la tematica, polemizzando contro coloro che vengono definiti “scissionisti” che danno parola ai personaggi schierati nella categoria “negazionisti dei vaccini”. Il Movimento Democratico Progressista ha voluto rispondere per le rime al Premier Matteo Renzi giudicando il suo intervento una “penosa strumentalizzazione”.

Zaccagnini: 'voglio solo chiarire la mia posizione'

Zaccagnini ha voluto da subito chiarire la sua posizione spiegando che la sua iniziativa era personale, e la sua reale intenzione era quella di approfondire il tema e mostrare alcuni punti alla politica stessa poco chiari come ad esempio l’assenza dei dati Aifa sul vaccino vigilanza relativa agli anni 2014, 2015 e 2016. Il Pd in merito ha tempestivamente richiesto l’intervento della Presidente della Camera Laura Boldrini che tramite il suo portavoce ha espresso in maniera chiara il suo pensiero spiegando che la responsabilità è in primis di chi organizza i convegni e che la sua posizione è abbastanza chiara, testimoniata oltretutto dalla campagna bastabufale da lei stessa lanciata contro le fake news.