Dopo l'abrogazione del finanziamento pubblico ai partiti è stato istituito il 2x1000 che permetterà di finanziare i partiti attraverso i 2x1000 dell'IRPEF. I partiti in questi giorni hanno cominciato la diffusione e la pubblicità dei propri codici per ottenere questa importante quota che gli italiani potranno decidere di destinare.

Per compiere tale operazione è necessario giungere alla sezione "Scelta per la destinazione del due per mille dell'IRPEF" scrivendo di seguito il codice e firmando dove richiesto. Il 2x1000 ai partiti può essere donato da tutti i cittadini che presentano una dichiarazione dei redditi #730/#2017, il modello redditi persone fisiche 2017 (ex UNICO) e anche coloro che sono esonerati dall'obbligo della presentazione della domanda.

Pubblicità
Pubblicità

Tutti i partiti hanno già cominciato ad avviare una campagna virale sui social molto importante per poter godere di maggiori contributi possibili: il Partito Democratico ha avviato la campagna social con il motto "Quanto costa cambiare le cose? Meno che lasciarle così", seguono a ruota anche Lega Nord e Forza Italia. Il Carroccio ha fatto avviare la campagna direttamente al leader Matteo Salvini con la scritta "Donare il 2x1000 alla Lega non costa niente" mentre Forza Italia sta ravvivando la propria presenza sui social con il motto "2x1000 a Forza Italia, è facile, vale molto e non costa niente". Più austera la campagna di Fratelli d'Italia che sul proprio sito riporto un'immagine dell'elettorato di Fratelli d'Italia durante un comizio con la scritta "Dona il 2x1000 a Fratelli d'Italia".

Ecco i codici dei partiti citati nell'articolo: Partito Democratico M20, Lega Nord D13, Forza Italia F15 e Fratelli d'Italia C12.

Pubblicità

E' possibile visionare i codici per donare il 2x1000 al partito a cui più si sente vicini visitando direttamente il sito del partito stesso dove si troveranno tutte le informazioni per sostenerlo.

Un clima quasi da campagna elettorale quello che sta attraversando tutti i partiti che dei contributi hanno un'importante necessità sia per le prossime campagne elettorali dell'11 giugno ma soprattutto per affrontare al meglio l'impegno delle politiche del 2018 durante le quali si deciderà chi guiderà il Paese per i prossimi cinque.

Per rimanere aggiornato su altre notizie e informazioni sulla politica del nostro Paese clicca sul tasto "Segui" che trovi sopra il nome del redattore dell'articolo così da ricevere una notifica qualora venga pubblicato un articolo attinente a tale categoria.