L'intervento del CSM rende incandescente sul fronte politico il caso Zuccaro: il Procuratore di Catania ha evocato legami tra le organizzazioni che accolgono migranti in mare e gli scafisti, spiegando però di non avere prove per dimostrarlo. Il 3 maggio il caso sarà sul tavolo del comitato di Presidenza, spiega il vice-presidente Legnini. Le opposizioni accusano il Governo di sottovalutare la denuncia per aver chiesto al PM di evitare generalizzazioni e parlare sulla base dei fatti e parlano di intimidazioni del CSM.

Grillo e Di Maio contro Orlando e Minniti

Grillo e Di Maio bacchettano: "Ma che razza di paese è quello in cui il Ministro dell'Interno e della Giustizia minimizzano e mettono in dubbio questo allarme?".

Pubblicità
Pubblicità

Ma il Ministro della Giustizia Orlando non sta a guardare: "Di Maio dice che non appoggio il Procuratore? Sbaglia, dico esattamente il contrario e spero che la Procura di Catania lavori rapidamente e porti a casa dei risultati. Se il Procuratore ha bisogno di ulteriori supporti per l'attività d'indagini, il Ministero è a disposizione" aggiunge Orlando.

Lega e FI contro il Governo

La preoccupazione del Governo è che una materia così delicata diventi oggetto della "bagarre elettorale" con inevitabili semplificazioni che non aiutano, sovrapponendo l'immagine di tutte le #ong (Organizzazioni non governative senza scopo di lucro), senza andare a fondo sulla questione, a quelle dei criminali e offrendo nuovo carburante a chi da sempre si schiera contro l'#immigrazione vedi Salvini: "Stanno lucrando su questi disperati, sulla pelle degli italiani, oramai è evidente che al posto della droga spacciano uomini".

Pubblicità

"#Zuccaro è sotto attacco ed io sto con lui" aggiunge Salvini. E la Meloni parla di intimidazioni del Ministro Orlando e Minniti. "Il Governo non smette di spalleggiare i trafficanti di esseri umani". Forza Italia prende posizione accanto agli alleati e rivendica di aver sostenuto la scarsa limpidezza delle onde, quando i 5 Stelle erano dalla parte dei migranti e aggiunge "sconcerta l'avvertimento intimidatorio del vice-presidente del CSM Legnini contro il Sostituto Procuratore".

Ma il fronte Vaticano, attraverso l'Osservatore Romano, invita a fare chiarezza "le polemiche non aiutano a capire" si legge, il sospetto che non appare privo di fondamento è quello di una manipolazione ai fini economici e politici di salvataggio, l'ennesimo scandalo sulla pelle dei migranti.