A Solarino da una settimana è guerra aperta sul nuovo regolamento Tari voluto dall'Amministrazione comunale guidata dal primo cittadino, Sebastiano Scorpo. Motivo del contendere, sfociato sui social anche in vignette satiriche che paragonano la città niente meno che a Nottingham, è un emendamento voluto dalla maggioranza e contestato dall'opposizione. Come riportato sul proprio profilo facebook da Michele Gianni, capogruppo di minoranza e candidato Sindaco in occasione delle amministrative dell'11 giugno, i proprietari di casa che hanno dato in affitto secondo legge dovranno farsi carico della TARI nel caso in cui l'inquilino lasci anticipatamente l'immobile senza pagare l'imposta.

Pubblicità
Pubblicità

La norma voluta dall'Amministrazione appare come una vera e propria spada di Damocle sulla testa dei proprietari di immobili ed ha suscitato un importante dibattito sui gruppi social legati alla comunità solarinese.

Anche Politeia Vox attacca l'Amministrazione

Nell'ambito della discussione sviluppatasi sul gruppo Solarino 2.0, è intervenuta anche l'associazione politica Politeia Vox, criticando l'operato dell'Amministrazione comunale e sottolineando che chi ha proposto l'emendamento non è a conoscenza che la Tari viene pagata da chi produce il rifiuto. "Pagare di meno - scrive Politeia Vox - significa far pagare l'evasore, non chi ha già subito un danno. Non si può difendere l'indifendibile. Siamo alla pappa. Un'Amministrazione deve aiutare i cittadini nella regolarità e legittimità.

Pubblicità

Non può penalizzarli". Politeia Vox è stata tra i movimenti che nel 2012 avevano sostenuto il progetto politico di Sebastiano Scorpo per poi prenderne le distanze ad un anno circa dalla fine del mandato elettorale.

La campagna elettorale entra nel vivo

Chiaramente il clima del confronto politico risente ormai anche delle imminenti elezioni per il rinnovo del Sindaco e del Consiglio comunale, per le quali tra poco più di un mese scade il termine per la presentazione delle liste e dei candidati alla carica di Sindaco. La corsa per la poltrona più ambita si restringe di fatto al sindaco uscente, Sebastiano Scorpo, e alle due principali alternative in campo, ovvero Michele Gianni, consigliere comunale e capogruppo dell'opposizione, sostenuto dalla coalizione Sarà Solarino e Giuseppe Germano, ex consigliere comunale, sostenuto dalla lista civica Un'Altra Storia. #Elezioni Amministrative #Pubblica Amministrazione