A mezzanotte della scorsa notte, le sei del mattino in Italia, il Presidente degli Stati Uniti, Donald #Trump, manda un messaggio sul suo Social Network preferito, Tweeter, che, testualmente, recita "Despite the constant negative press #Covfefe...". Letteralmente " nonostante una costante stampa negativa...". Cosa volesse realmente dire e a chi fosse, principalmente, indirizzato il messaggio non è dato sapere. Anche perché, nel frattempo, Trump lo ha sostituito con un altro invitando il popolo del web ad indovinare cosa volesse dire con quel covfefe.

Manco a dirlo, nel giro di pochissimo, il messaggio di The Donald ha ricevuto 112 mila retweet e 141 mila like scatenando, di fatto, le interpretazioni più variegate su questo neologismo creato dal tycoon americano.

Pubblicità
Pubblicità

A conferma che Trump ha un grande seguito sui Social Network.

Le varie interpretazioni che circolano sul web

Secondo buona parte degli utenti di Twitter, in base alla frase iniziale del tweet, la parola che avrebbe voluto inserire il Presidente Trump dovrebbe essere 'coverage', termine inglese che vuol dire copertura e che darebbe senso logico al resto della frase. Infatti, Trump poteva riferirsi ad una copertura negativa da parte della stampa. Ma come dicevamo, rimane solo un ipotesi, anche se tra le più accreditate. Infatti, diverse ore dopo, Trump retweetta, essendosi prima premunito di cancellare il messaggio contenente il probabile refuso. E invece che svelare l'arcano, invita ad indovinare il vero significato della parola covfefe.

A quel punto si scatena la marea di interpretazioni.

Pubblicità

C'è chi ha visto in quel covfefe il russo 'mi dimetto', probabilmente in riferimento a tutti gli scandali che stanno colpendo l'amministrazione Trump, con coinvolgimenti anche molto vicini alla sua persona. Altri vi avrebbero visto il nome in codice dell' ex consigliere per la sicurezza di Trump, Steve Bannon. E ci sarebbe anche un sito internet che, in queste ore, ha lanciato un sondaggio per determinare la pronuncia corretta del refuso.

Ci sono anche altre interpretazioni

C'è inoltre chi ha dato, a questo evidente errore di battitura, la dignità di neologismo con tanto di definizione. Il Sito Urban Dictionary, specializzato nei neologismi e nuovi termini dello slang americano, ha accolto la definizione proposta da un lettore, secondo cui Covfefe è una parola usata per finire un tweet o un messaggino che non avrebbe mai dovuto essere scritto o letto.

Certo, questo piccolo inconveniente comunicativo, dimostra come il Dipartimento alla Comunicazione della Casa Bianca navighi in acque burrascose. E' infatti di ieri la notizia che si è dimesso il suo Direttore, Mike Dubke. Sono quindi probabili grandi manovre di ristrutturazione all'interno del Dipartimento Comunicazione. Il che, implica un ridimensionamento del ruolo anche per l'attuale portavoce Sean Spicer. #Esteri