Emmanuel Macron ha comunicato nella notte di aver subito un attacco hacker. Quasi 9 gigabytes di documenti falsi, e-mail e contratti riguardanti il partito En Marche! sono stati fatti circolare da un utente anonimo. Il pericolo è rappresentato da una ripetizione di quanto accaduto alle scorse elezioni USA, dove a quanto risulta, Donald Trump avrebbe vinto grazie (forse) alla propaganda mirata contro Hilary Clinton. Un ballottaggio contraddistinto dall'ombra degli hacker, quindi, quello avvenuto in #Francia, dove gli elettori chiamati alle urne rischiano di essere strumentalizzati attraverso notizie false relative al candidato Macron, a vantaggio della leader opposta Marine Le Pen.

Pubblicità
Pubblicità

Front National punta a legislative

Le elezioni di domenica, nonostante tutto, potrebbero avere un risultato già scontato. Macron risulta in testa al 62%, ma i recenti episodi di hackeraggio potrebbero ribaltare totalmente il risultato. L'obbiettivo di Marine Le Pen, oltre alle votazioni di domenica, sono le elezioni legislative di giugno. In questa occasione i francesi saranno chiamati ad eleggere la maggioranza in parlamento e se il Front National dovesse vincere a queste elezioni, l'ipotetica vittoria di Macron alle Presidenziali sarebbe contraddistinta dalla forte presenza della fazione opposta, la quale minerebbe inevitabilmente il mandato di En Marche!

Pericolo astensione

Ciò che più preoccupa la comunità politica francese, in vista delle elezioni di domenica, è, però, la minaccia dell'astensione.

Pubblicità

Le recenti minacce Isis sulle votazioni potrebbero far schizzare ai massimi livelli il numero di astenuti, già elevato se si considera l'insoddisfazione dell'elettorato di sinistra. Il voto degli elettori di sinistra risulterà importante, però, ad impedire la vittoria di Marine Le Pen. A quanto sembrerebbe, il candidato Macron rappresenta un soggetto costruito e posizionato dall'èlite francese per evitare la presa di potere di Front National. Ciò potrebbe giustificare sì l'astensione, ma cosa accadrebbe se la Repubblica per eccellenza cadesse nelle mani di Front National? La campagna elettorale di Marine Le Pen è stata condotta a favore di una politica ultra nazionalista, contraria all'Europa e volta ad un'emarginazione delle minoranze. Questo è dovuto ai recenti atti terroristici che hanno riguardato il paese d'oltralpe, ma un'eventuale vittoria del partito di destra causerebbe una grave trasformazione degli ideali Repubblicani francesi, comportando tensioni all'estero e minando l'Europa di un'ulteriore fazione anti unione. #Unione Europea #Esteri