Per la sesta volta in 42 anni, l'Italia ospita un summit tra i maggiori governi del pianeta. Il G7 in programma a Taormina il 26 e 27 maggio è il primo a svolgersi in Sicilia ed il quarto che prevede il format a 7, ripristinato nel 2014 dopo la sospensione della Russia a causa dei fatti legati alla Crimea. I lavori, pertanto, saranno condotti dal premier Paolo Gentiloni.

I forum in Italia

Il primo #G7 a tenersi in Italia fu quello del 22 e 23 giugno 1980, presieduto dall'allora premier Francesco Cossiga. La sede scelta fu Venezia ed il capoluogo veneto venne confermato anche per il secondo G7 italiano, quello dell'8, 9 e 10 giugno 1987 presieduto da Amintore Fanfani.

Pubblicità
Pubblicità

Il summit mondiale si sposta a Napoli nel 1994, nella sua 20esima edizione dall'8 al 10 luglio, ed è il primo presieduto da Silvio Berlusconi allora fresco presidente del Consiglio per la prima volta. Sua la presidenza anche in occasione del G8 di Genova del 2001, già da quattro anni è in atto l'allargamento dopo l'ingresso della Russia. Ma il forum genovese viene ricordato soprattutto per gli incidenti che caratterizzarono tutti i tre giorni di svolgimento, dal 20 al 22 luglio. Il bilancio sarà gravissimo, con la morte dell'attivista Carlo Giuliani, il successivo raid delle forze di polizia alla scuola Diaz, le violenze ed i soprusi subiti da molti giovani nella caserma di Bolzaneto. Si tratta della pagina più nera nella storia del "forum dei grandi della Terra": erano anni caratterizzati da un movimento di massa 'anti-G8' che si muoveva in concomitanza con i summit internazionali e le cui manifestazioni di protesta, talvolta, sfociavano in azioni tutt'altro che pacifiche, con la dura repressione da parte delle forze dell'ordine.

Pubblicità

Un clima di odio e violenza alimentato, purtroppo, da ambo le parti. Ci sarà tutt'altra atmosfera nel 2009, anno del 35esimo forum, il quinto in territorio italiano. Presidente, per la terza volta, è Silvio Berlusconi: il G8 in questione doveva tenersi in Sardegna, su l'isola de La Maddalena, ma fu deciso di spostarlo a L'Aquila, devastata dal terremoto del 6 aprile di quell'anno. L'intenzione del governo italiano fu quella di richiamare l'attenzione internazionale dopo la tragedia che aveva colpito il capoluogo abruzzese, dove il summit si svolse effettivamente dall'8 al 10 luglio.

Taormina 2017, quattro leader al debutto

Sono quattro i leader mondiali che a Taormina fanno la loro prima comparsa al G7. Molto attesa, in tal senso, la presenza del presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che si trova già in Italia da qualche giorno. Il G7 è certamente la tappa più importante del suo primo tour da leader della Casa Bianca che lo ha portato dal Medio Oriente al Belpaese [VIDEO] e, tra le varie riunioni, anche al suo primo incontro ufficiale con Papa Francesco.

Pubblicità

Debutto assoluto anche per Emmanuel Macron, fresco presidente di Francia, per il primo ministro del Regno Unito, Theresa May, e per il premier italiano Paolo Gentiloni che, tra l'altro, sarà il quarto capo del governo di Roma a presiedere un forum del G7 o G8 dopo i citati Cossiga, Fanfani e Berlusconi. Al contrario, tra i leader mondiali la 'decana' è la cancelliera tedesca, Angela Merkel: quello di Taormina sarà il suo dodicesimo summit dal 2006. Sarà la sesta presenza, invece, per il premier giapponese Shinzo Abe e la seconda per il primo ministro del Canada, Justin Trudeau. A Taormina saranno inoltre presenti, in qualità di rappresentanti dell'Unione Europea, tanto il presidente della Commissione, Jean-Claude Juncker, quanto il presidente del Consiglio, Donald Tusk. Per entrambi si tratta della terza partecipazione.