La campagna elettorale si avvia alla fine. Si corre verso il ballottaggio che deciderà chi sarà a guidare la #Francia nei prossimi anni ma proprio l'altra notte, #Emmanuel Macron ha dichiarato di aver subìto un grave attacco hacker da parte di ignoti, un attacco 'massiccio e coordinato' teso a destabilizzare le elezioni che si terranno a breve.

Varie email di diversi membri dell'Eliseo sono state violate già da diverse settimane e, da queste, sono stati trafugati numerosi documenti come materiale contabile, contratti ed altro; questo materiale poi è stato pubblicato in rete per cercare di creare dubbio e disinformazione.

La BBC ha dichiarato che sono stati resi pubblici ben 9 gigabiytes di materiali da un utente internet che rimane tuttora anonimo.

Pubblicità
Pubblicità

Dure le parole dell'attuale Presidente francese, Francois Hollande, che ha promesso che questo attacco non rimarrà impunito.

Le elezioni

Marine Le Pen, intanto, ha subìto una nuova dura contestazione con un lancio di uova così intenso da obbligarla ad una repentina fuga dalla cattedrale di Reims. La candidata della destra vi si era recata a sorpresa insieme al suo alleato Nicolas Dupont-Aignan. In una precedente visita in Bretagna, la Le Pen venne accolta da fischi, slogan di protesta e dal lancio di qualche uovo; coperta poi dal servizio di sicurezza, l'esponente di destra venne portata 'in salvo' dai facinorosi, evitando così problemi per la sua incolumità.

In un tweet la candidata della destra ha scritto: "I sostenitori del signor Macron agiscono con violenza ovunque, anche alla cattedrale di Reims, un luogo simbolico e sacro.

Pubblicità

Nessuna dignità MLP".

I sondaggi

Elabe per BFM-TV avrebbe dato come vincente Macron ai ballottaggi con un 62% contro il 38% della Le Pen con ben un 3% in più di distacco rispetto alla precedente inchiesta tenutasi prima del dibattito tv.

Questo aumento a favore di Macron pare sia dovuto al fatto che molti degli elettori che appoggiavano l'uomo della sinistra radicale Jean-Luc #melenchon avrebbero deciso di sostenere il candidato della sinistra al ballottaggio, spostando così, in maniera considerevole l'ago della bilancia.

Macron fa anche sapere di avere già le idee abbastanza chiare per quanto riguarda la sua futura squadra di governo avendo già deciso fra sé e sé colui che ricoprirà il ruolo di Primo Ministro. Non ci resta che stare a vedere, nelle prossime ore, come andranno le cose e cosa decideranno i nostri 'cugini' francesi.