Sono stati definiti i giorni in cui si svolgeranno le prove scritte degli esami di Stato e confermata la scelta delle tracce. Intanto, entro il 15 maggio, i consigli di classe dovranno provvedere a presentare alle commissioni, il documento contenente le informazioni circa il percorso formativo che studentesse e studenti, che quest'anno affronteranno la maturità, hanno svolto. Le indicazioni hanno lo scopo di valorizzare l'esame durante la terza prova o il colloquio. Le commissioni si riuniranno il prossimo lunedì 19 giugno.

Le date delle prove scritte

La prima prova scritta, quella di italiano, si svolgerà mercoledì 21 giugno 2017 a partire dalle ore 8,30.

Pubblicità
Pubblicità

I maturandi e le maturande avranno a disposizione, per lo svolgimento della prova di lingua italiana, un massimo di 6 ore. La seconda prova scritta, invece, avrà luogo giovedì 22 giugno sempre alle ore 8.30 e avrà anch'essa la durata di 6 ore, salvo per alcuni indirizzi, ad esempio i Licei musicali, coreutici e artistici, nei quali potrebbe essere effettuata in due giorni o più. La terza prova, fissata da ciascuna commissione d’esame, si svolgerà lunedì 26 giugno alle 8.30. La quarta prova, in programma nei licei e istituti tecnici dove si svolge il progetto sperimentale ESABAC e nei licei con le sezioni a scelta di lingua tedesca, cinese e spagnola, è in programma per martedì 27 giugno sempre dalle 8.30. Le commissioni, durante la terza prova, potranno tenere conto, per accertare competenze, conoscenze e abilità, delle esperienze che studenti e studentesse hanno avuto in stage e tirocini durante alternanza #Scuola-lavoro e della disciplina non linguistica impartita con il metodo CLIL; il colloquio orale potrà partire proprio da queste esperienze

La scelta delle tracce

Francesco Branca, coordinatore della struttura tecnica degli esami di Stato, ha annunciato, sui propri siti social, l'avvenuta scelta delle tracce delle prime due prove, in collaborazione con la Ministra della Pubblica Istruzione Valeria Fedeli. Tale scelta è stata effettuata in base a centinaia di proposte indicate da un gruppo di esperti che cooperano con il sistema degli Esami di Stato.

Pubblicità

Il tecnico del Miur ha dichiarato che la scelta delle tracce, da parte della Ministra Valeria Fedeli, sono state coerenti con il percorso scolastico svolto dai maturandi e le maturande e sono state definite belle e interessanti. Il coordinatore Francesco Branca, ha poi augurato “in bocca al lupo'' ai giovani che fra un mese dovranno sostenere l’Esame di maturità. Con un video che fa parte della pubblicità sociale ‘No Panic’ e diffuso sui propri canali social, il Miur starà vicino a studenti e studentesse durante questo periodo impegnativo che precede l'esame di Stato, per aiutarli ad arrivare alle prove più sereni e consapevoli che il Ministero dell'Istruzione, Università e ricerca è un luogo che si rivolge direttamente ai ragazzi e non solo legato esclusivamente a aspetti burocratici #maturità 2017