#Emmanuel Macron è il nuovo presidente della Repubblica francese. Fino a due anni fa, era un completo sconosciuto. Figlio di due medici, Macron [VIDEO] è cresciuto a Parigi con la nonna Germaine. A lei deve l’impegno politico, come ha confessato il presidente eletto sul sito del partito En Marche!. Dopo gli studi in Filosofia, il giovane Macron è stato assistente del filosofo Paul Ricoeur, uno dei leader del famoso Maggio del ’68 francese. Di seguito ha studiato Matematica e Filosofia alla Scuola Nazionale dell’Amministrazione ed è diventato banchiere. “Le Monde” lo considera lo Steve Jobs alla francese. Amante del calcio e del kickboxing francese, a Macron piace leggere ancora filosofia.

Pubblicità
Pubblicità

È pianista di alto livello. Si considera un nonno, anche se non ha figli, perché sente come suoi quelli della moglie, Brigitte, che ne ha sette. È contro l’uso del burkini e della perdita di cittadinanza dei terroristi. Il suo staff è pieno di giovane donne che seguono lo sviluppo digital, le comunicazioni e le iniziative a favore dei diritti delle donne in #Francia e in Europa. In Francia il partito En Marche! è visto come una star up californiana, molto diversa ai partiti tradizionali francesi. I risultati di questa trasformazione nella campagna elettorale sono stati più che soddisfacenti.