Divampa la polemica attorno all'editoriale del New York Times dove si accusa il Movimento 5 Stelle di portare avanti una campagna contro i vaccini. Alla dura replica di #Beppe Grillo, che sul blog risponde al giornale americano, risponde #Matteo Renzi: " Rimangiati le parole che hai detto".

Populismo, politica e morbillo

Ad accendere la miccia dello scontro è stato l'editoriale del New York Times che ammoniva il Movimento 5 Stelle per aver diffuso fake news sui vaccini, contribuendo ad aumentare i casi di morbillo in Italia. Ovviamente non si è fatta attendere la replica di Beppe Grillo, che via blog risponde al giornale newyorkese.

Pubblicità
Pubblicità

"Servirebbe un vaccino contro le ca***te dei giornalisti" tuona il garante del Movimento, che continua invitando il NYT a fornire le prove di quanto afferma. Una smentita categorica di quanto scritto dal giornale, che indica i cinque stelle come promotori di una vera e propria campagna di scetticismo su di una piattaforma anti vaccino. Per il New York Times - che tra i populisti pericolosi inserisce anche Trump - Beppe Grillo avrebbe più volte ripetuto i falsi legami tra vaccinazioni e autismo.

Bufala internazionale

Grillo rispedisce al mittente l'accusa di diffondere fake news, battezzando l'editoriale del New York Times una "bufala internazionale". Il garante del Movimento 5 Stelle invita poi il direttore del giornale a scusarsi, in quanto avrebbe fornito una notizia completamente falsa, non supportata da nessuna dichiarazione o prova.

Pubblicità

Insomma, per Beppe Grillo quella del NYT è una fake news in piena regola. A pochi giorni dall'analisi dura di Reporters sans Frontieres - organizzazione di giornalisti indipendenti- il movimento si trova costretto ad affrontare un nuovo attacco proveniente dalla stampa estera; non un periodo roseo tra Grillo e l'informazione internazionale.

Parla Renzi

Nella bagarre si inserisce anche Matteo Renzi, fresco vincitore delle primarie #Pd. L'ex presidente del Consiglio invita Beppe Grillo a rimangiarsi quanto detto su vaccini e mammografie. Dal suo profilo Facebook, Renzi chiede al garante dei cinque stelle di scusarsi per la figuraccia internazionale fatta fare all'Italia, finita sul New York Times per l'aumento dei casi di morbillo negli ultimi anni. "Chiedi scusa e tutti noi rispetteremo il tuo passo indietro" scrive il segretario Pd che rinnova il consiglio a Grillo di "lasciar perdere clic e algoritmi".