Secondo voci non confermate che si stanno tuttavia moltiplicando, questo alto funzionario altro non sarebbe che il genero di Trump, Jared Kushner, marito di Ivanka Trump, figlia del 45° Presidente degli USA.

Trump parte per il suo primo viaggio

Lascia un nido di vespa negli Stati Uniti #Donald Trump, mentre parte per il suo primo viaggio all'estero del suo mandato. Tappa inaugurale Arabia Saudita, l'alleato principe nel mondo arabo che ha in mano una fetta consistente del debito estero di Washington, con il quale l'America ha appena chiuso un contratto per la fornitura di armamenti per 110 miliardi di dollari. Poi Israele verso il quale in campagna elettorale Trump si era esposto promettendo di riconoscere Gerusalemme come capitale dello Stato, una delle tante certezze che ha modificato con i primi mesi alla Casa Bianca.

Pubblicità
Pubblicità

Nel viaggio anche il primo vertice internazionale a Taormina, con al centro la situazione economica del terrorismo internazionale e quell'incontro in Vaticano con Papa Francesco, in passato critico nei confronti del Presidente che vuole chiudere l'America agli immigrati e costruire muri.

La lontananza da Washington non mette al riparo l'inquilino dal Russiagate, lo scandalo che rischia di costargli la Presidenza che ogni giorno si arricchisce di particolari velenosi. Il Washington Post ieri ha rivelato che uno degli attuali consiglieri del Presidente, probabilmente è il genero, Jared Kushner, sotto inchiesta da parte del FBI che potrebbe ascoltarlo presto. Non solo, in alcune intercettazioni rese pubbliche dalla CNN, un gruppo di funzionari russi è stato sorpreso di potersi vantare di influenzare Trump attraverso il suo ex consigliere per la Sicurezza Nazionale, Flynn.

Pubblicità

Il capo del FBI testimonierà contro Trump

E' proprio il defenestrato capo del FBI, Comey che ha accettato di testimoniare al Senato sulla contiguità degli uomini di con emissari di Putin. Comey che riporta indiscrezioni di stampa, sarebbe stato definito dal Presidente "un pazzo fuori di testa" nel faccia a faccia con il Ministro degli Esteri russo, Lavrov. La stessa visita nella quale il Presidente è accusato di aver rivelato "fonti di Intelligence protette". Trump continua a definire ridicola l'ipotesi di "#impeachment", ma intanto a Washington sono sbarcati i suoi avvocati newyorkesi, per preparare insieme al legale della Casa Bianca, la difesa del Presidente. Infatti, in quest'ultima settimana l'avvocato della Casa Bianca, avrebbe contattato alcuni esperti di Impeachment, per raccogliere più informazioni possibili. #Russiagate