L'aspetto metaforico e ironico del suo impegno civile è stato da sempre uno degli elementi caratterizzanti e distintivi agli occhi dell'opinione pubblica. In maniera semplice, Michele Gianni non ha mai mancato di far parlare di sé attraverso trovate capaci di fissare nella mente di chi lo ascolta gli obiettivi della battaglia politica da lui condotta. Si tratta senza dubbio di uno stile comunicativo efficace che riteniamo valga la pena sottolineare come strumento utile a trasmettere messaggi alla cittadinanza in un'epoca in cui il rapporto tra classe dirigente e comunità amministrata si è deteriorato. In occasione dei comizi rionali che instancabilmente Michele Gianni conduce con gli amici della coalizione Sarà Solarino già da un paio di settimane, ha colpito senza dubbio la scelta di presentarsi con dei mantelli il cui significato è fin troppo chiaro.

Pubblicità
Pubblicità

Si tratta, infatti, delle bandiere italiana, siciliana ed europea, indossate di volta in volta dai protagonisti della corsa di Sarà Solarino in questa competizione elettorale.

A caccia di risorse esterne per la comunità

"In un momento storico in cui la competizione tra i territorio e la capacità di dare risposte ai propri concittadini - afferma Michele Gianni - non passa più dalla semplicistica gestione delle risorse provenienti dalle tasche dei contribuenti, la capacità di bussare alla porte delle istituzioni sovracomunali sarà la cartina di tornasole di una buona amministrazione. Noi - continua Michele Gianni - andremo a Palermo, Roma e Bruxelles e busseremo alle loro porte affinché vengano rintracciati i fondi per offrire a Solarino il maggior numero possibile di servizi erogati ed opere pubbliche realizzate".

Pubblicità

Accanto a lui, nella foto che accompagna questo articolo, anche il candidato alla carica di consigliere comunale Salvo Oliva e il consigliere comunale uscente Salvatore Mangiafico.

La proposta innovativa del Baratto Amministrativo

Gli ultimi due appuntamenti in calendario sono stati l'altro ieri in viale della Patria alle 18,30 e in via Leopardi alle 19,30. In queste occasioni, tra gli altri, è intervenuto anche Dario Bazzano, candidato al Consiglio comunale che ha trattato la proposta del baratto amministrativo quale strumento innovativo per permettere alle persone in difficoltà economica di pagare i tributi locali attraverso servizi prestati in prima persona al Comune stesso. #Elezioni Amministrative #Pubblica Amministrazione