Maggio è ormai agli sgoccioli e prima di dare il benvenuto al mese di giugno, vi illustriamo gli ultimi #Sondaggi politici di IXÈ e SWG. Le intenzioni di voto ai partiti rilevate dai due istituti di ricerche sono differenti negli andamenti. Il dato comune, però, riguarda la perdita da parte del Movimento 5 Stelle, che si vede così allontanare la vetta, attualmente occupata dal Partito Democratico. Il Centrodestra, invece, è posizionato meglio di entrambi, ma difficilmente lo vedremo disputare la partita elettorale coeso, vista la mancata sintonia tra i singoli partiti. Di seguito vi mostriamo il quadro generale di fine mese, con le percentuali ottenute da grandi e piccoli.

Pubblicità
Pubblicità

IXÈ: PD in crescita, calano AP e MDP

In testa viene constatato l’allungo da parte del #Pd (+0,7%), che si porta al 29,3%. Il vantaggio sul #M5S si amplia di conseguenza, visto che i grillini scendono al 28% (-0,5%). Quasi un punto e mezzo di differenza, quando la settimana scorsa erano praticamente appaiati. Alle loro spalle incrementano leggermente Forza Italia (+0,1%) e Lega Nord (+0,2%), attestati rispettivamente al 13% e al 12,6%. Nonostante questo, il CDX si mantiene stabile al 29,9%, visto che FdI-AN perde lo 0,3%, scivolando al 4,3%. Per sua fortuna non ne approfittano gli inseguitori. Infatti, abbiamo Articolo 1 - MDP al 2,7% (-0,1%) e Alternativa Popolare al 2,6% (-0,2%). Rimane immutato il valore di SI (2,4%). Infine, ci sono gli altri al 5,1% (+0,1%).

SWG: tonfo del M5S, boom di Lega Nord

Il partito di Matteo Renzi è in calo (-0,7%) e scende al 29%.

Pubblicità

Segue il trend negativo il movimento di Beppe Grillo, facendo anche peggio (-0,9%) e scivolando al 26,7%. Sorride, invece, Matteo Salvini (+0,9), che sale al 14,5%, andando a staccare nettamente Silvio Berlusconi (+0,1%), che si attesta all’11,8%. Nell’area di CDX, che complessivamente ottiene il 31,2%, abbiamo Fratelli d’Italia al 4,9% (+0,4%). Dunque, sono tutti al rialzo rispetto alla rilevazione precedente e contribuiscono alla crescita della possibile coalizione. Riprende a crescere anche il movimento dei Democratici e Progressisti (+0,3%), che si trova al 4%, dopodiché abbiamo AP al 3,3% (+0,2%). In calo Sinistra Italiana (-0,2%), che si riduce al 2,5%. A seguire ci sono Rifondazione Comunista allo 0,8%, Italia dei Valori allo 0,6% e Verdi allo 0,5%, tutti con lo 0,1% in meno rispetto a prima. Gli altri raccolgono l’1,4% (+0,2%). Prima di lasciarvi, vi invitiamo a seguirci per ricevere altre news sui sondaggi elettorali.