E' una scelta di campo quella che caratterizza la campagna elettorale di Daniele Calvo, candidato Sindaco di Un Passo Avanti accreditato stabilmente dal sondaggio del sito internet Avola Blog di un 20% di consensi che lo proietta verso un possibile ballottaggio. In un'epoca in cui la politica è percepita dai cittadini sempre più lontana dal contatto umano, Daniele Calvo ha scelto volutamente il rapporto diretto con la gente. Nessuna mediazione da parte delle televisioni e nessuna distanza dai propri concittadini: è stato questo il significato del secondo, e non ultimo, comizio in Piazza Umberto I che lo ha visto protagonista al termine di una calda domenica pomeriggio, poco dopo le ore venti, per oltre mezz'ora.

Pubblicità
Pubblicità

Un intervento denso di proposte amministrative e programmi per la città, conclusosi con l'abbraccio sentito dei sostenitori, in misura crescente, del giovane candidato alla carica di primo cittadino.

Quartiere per quartiere

Allo stesso modo, lungi dalla comodità del tubo catodico, Daniele Calvo ha improntato l'inizio della settimana che lo porterà al voto dell'11 giugno all'insegna di un tour quartiere per quartiere dal Sacrocuore a Fontana, da Priolo a Carubella, per sentire con le proprie orecchie la voce degli avolesi e condividere che tante vie d'uscita sono ancora possibili rispetto alle difficoltà familiari, economiche e personali che in un momento difficile della vita del nostro paese caratterizzano in tanti. Ma proprio per questa ragione, dal baratto amministrativo al bazar solidale, dal salario civico al sostegno alle cooperative di tipo B, il programma di Daniele Calvo è studiato per quella parte della città che non sta affatto bene economicamente e che è stanca delle solite promesse ascoltate per tanti anni.

Pubblicità

Area pip, porto turistico, centro agro-industriale

Daniele Calvo tornerà ancora una volta sul palco principale della propria città giovedì 8 giugno, poco dopo le ore 21, sempre alla ricerca di un confronto diretto con l'elettorato. L'area artigianale, il centro agro-industriale e il proto turistico sono tra le infrastrutture mancate dei cinque anni appena trascorsi dagli avolesi e rappresentano il punto di partenza di uno sviluppo economico importante per una città che voglia darsi realmente un'identità com'è accaduto alle vicine Siracusa e Noto. Questo l'obiettivo che si propone Daniele Calvo, che abbiamo sentito telefonicamente in queste ore. #Elezioni Amministrative #Pubblica Amministrazione