Gli Stati Uniti ed il loro presidente Donald #Trump hanno perso la fiducia globale. Questo è quanto rivela un'indagine condotta su 40.447 mila persone da Pew Research Center. I dati emersi parlano di un abbassamento del livello di apprezzamento globale verso gli #USA al 49% rispetto al 64% che era in precedenza. Mentre si presenta un 22% di apprezzamento verso il nuovo presidente Donald Trump, decisamente in discesa paragonandolo con il 64% di Obama. L'indagine svolta in 37 paesi del #mondo, dal 16 febbraio al'8 maggio 2017, sottolinea il fatto che esiste una sfiducia generalizzata nelle capacità di Trump nella gestione degli affari internazionali.

Pubblicità
Pubblicità

I dati riportati dagli analisti di questa indagine ci mostrano una bassa percentuale di gradimento europeo verso un presidente americano che non si verificava dai tempi del presidente Gorge W. Bush.

Crolla la fiducia dei paesi europei verso l'America e Trump

Dall'America del nord, America Latina, Asia, Africa ed Europa l'opinione positiva verso il presidente americano è crollata. I più sfiduciati sono soprattutto i paesi asiatici e quelli europei. Secondo i sondaggi, [VIDEO]in Italia la fiducia verso Trump è al 25% rispetto al 68% che era in precedenza, in Germania è passata a 10% dall'86% di quando alla Casa Bianca c'era Obama, così come in Olanda dal 92% sono passati al 17%. Il 75% delle persone che hanno partecipato a questa indagine a livello globale definisce la figura di Trump arrogante, il 62% pericoloso ed il 65% intollerante.

Pubblicità

Tra i 37 paesi presi in considerazione per la raccolta dei dati, in Messico abbiamo un 5% di opinione positiva verso il presidente Trump a confronto con il 49% che si aveva per il presidente Obama.

Il Muslim ban ed il muro col Messico gli errori peggiori

Il 62% degli intervistati da Pew ha considerato un errore il divieto che Trump ha emesso nei confronti dei cittadini di sei Paesi islamici, il "Muslim ban", che vieta a loro l'entrata nel territorio americano. Mentre il 76% ha considerato negativa la proposta politica del presidente riguardo la costruzione di un muro al confine con il Messico. Tra gli intervistati ci sono anche cittadini di paesi che hanno manifestato una grande fiducia verso Trump e gli States. In Russia si nota un'opinione in miglioramento verso l'America e la fiducia per il presidente Trump è al 59%, in forte crescita rispetto al presidente precedente, Barack Obama. Come la Russia, risultati simili offrono anche il Vietnam, l'Israele e la Nigeria.