"Sto girando in lungo e in largo per il mio paese, incontrando i concittadini e ascoltando i loro bisogni. La domanda che ricorre più spesso è quella occupazionale, la cui soddisfazione è necessaria per aumentare la qualità di vita dei solarinesi, ma anche per renderli più liberi e più sereni". E' il passaggio centrale dell'intervista che Michele Gianni, candidato alla carica di primo cittadino per la lista Sarà Solarino, ha rilasciato all'emittente siracusana Tris. A dieci giorni dall'apertura delle urne per la scelta della nuova Amministrazione che guiderà per i prossimi cinque anni il piccolo centro della provincia di Siracusa, dalle parole di Michele Gianni emerge un ampio resoconto degli umori dei propri concittadini.

Pubblicità
Pubblicità

Molte le proposte elaborate dallo staff che ha accompagnato il candidato Sindaco in queste settimane, ma la necessità di risolvere l'emergenza occupazione resta al primo posto.

La promozione dei prodotti agro-industriali

"L'occupazione - afferma Michele Gianni - andrà risolta all'interno di un ciclo più vasto, cui noi siamo in grado di dare slancio perché ne abbiamo le competenze, valorizzando il sistema agricolo della nostra comunità, favorendo lo sviluppo vero dell'area artigianale, costruendo un rapporto commerciale forte con i territori che troveranno più appetibili i nostri prodotti agro-industriali. Tutto questo produrrà maggiore occupazione per tutti e quindi anche per ciascuno singolarmente. Questa è la nostra modalità di intervento". "Noi immaginiamo Solarino con tanti aggettivi - ha anche sottolineato Michele Gianni - per qualificare la nostra cittadina in funzione dei programmi che abbiamo elaborato per i temi che riteniamo più importanti, tra questi sicuramente la scuola, per la quale da consiglieri di opposizione ci siamo battuti molto in questi anni di attività consiliare".

Pubblicità

La rinuncia ad indennità e gettoni di presenza

Rilevante da parte del candidato alla carica di primo cittadino e dei consiglieri di maggioranza che lo sostengono la scelta di rinunciare alle indennità pubbliche e ai gettoni di presenza previsti per loro per poter utilizzare queste risorse per soddisfare le esigenze della cittadinanza. Si tratta di una delle scelte che ha differenziato in questa campagna elettorale il gruppo che sostiene la candidatura di Michele Gianni alla carica di Sindaco dalle altre offerte politiche in campo. #Elezioni Amministrative #Pubblica Amministrazione